Bmw: l'infotainment del futuro sempre più touchscreen

Bmw annuncia evoluzioni per il sistema iDrive, che rimarrà al centro del comparto infotelematico ma sarà integrato da moderne interfacce touchscreen.

L'interazione tra il guidatore e la strumentazione a bordo dei veicoli sarà sempre più orientata verso un tipo di interfaccia touchscreen abbinata ai comandi vocali. Seppur notevolmente semplificato, sembra essere questo il pensiero di Bmw, almeno se ci si basa sulle anticipazioni fornite dal direttore del design Adrian van Hooydonk. 

Il progettista olandese ha sottolineato la crescente importanza che assumeranno nel prossimo futuro i comandi a controllo vocale e la tecnologia head-up display, ovvero il sistema che proietta le informazioni più importanti direttamente sul parabrezza o su un apposito pannello trasparente sistemato all'altezza del cruscotto, affinché i dati siano facilmente raggiunti dallo sguardo del conducente senza obbligarlo a distogliere l'attenzione dalla strada. 

D'altronde, l'influenza che i produttori di elettronica stanno avendo sulle apparecchiature infotelematiche di bordo è sempre più evidente e questo sta obbligando i designer a ripensare lo stile degli abitacoli automobilistici. 

In Bmw, secondo quanto assicurato da van Hoydoonk, il sistema iDrive rimarrà al suo posto anche nel prossimo futuro, ma sarà aggiornato tramite l'implementazione di una più avanzata interfaccia touchscreen. Questa tendenza comporterà la necessità di integrare gli schermi tattili in un contesto che dovrà essere al tempo stesso ergonomico, semplice e piacevole alla vista, quindi con uno stile ricercato che rischia di essere penalizzato dalle superfici tipicamente piatte degli attuali display capacitivi. 

La soluzione tenuta in grande considerazione da Bmw è l'impiego di schermi flessibili, che vengono apprezzati per via della loro capacità di adattarsi alla conformazione desiderata dai designer per console centrale e quadro strumenti.  

Nei prossimi anni, i clienti del marchio bavarese troveranno a bordo sistemi multimediali studiati per offrire diverse forme di interazione: dalla classica rotellina dell'iDrive, che sembra porsi come l'anello di congiunzione tra il vecchio tipo di interazione analogica e la più moderna tecnologia digitale, fino ad arrivare all'uso dei comandi vocali e di tutta una serie superfici sensibili al tocco che non andranno a penalizzare la ricerca di uno stile specifico per ogni modello.

Se vuoi aggiornamenti su BMW inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 11 marzo 2015

Altro su BMW

DriveNow: il car sharing di Bmw celebra 100 giorni della i3
Ecologiche

DriveNow: il car sharing di Bmw celebra 100 giorni della i3

Il servizio di car sharing premium del Gruppo bavarese celebra i primi 100 giorni dell’elettrica Bmw i3 nella città di Milano.

Bmw M550d xDrive berlina e Touring: pronte al debutto
Anteprime

Bmw M550d xDrive berlina e Touring: pronte al debutto

La settima generazione di Bmw Serie 5 si arricchisce con l’edizione turbodiesel M550d xDrive berlina e Touring da 400 CV: il debutto da luglio 2017.

Bmw M2: tuning di sostanza secondo Dahler
Tuning

Bmw M2: tuning di sostanza secondo Dahler

La factory bernese completa la gamma Bmw M2: dopo l’esemplare unico M2 Cabrio, arrivano la M2 Coupé e la M2 Clubsport. Ce n’è per tutti i gusti.