Toyota insieme a Nvidia per la guida autonoma

Grazie alla collaborazione con Nvidia, Toyota porterà sui futuri modelli a guida autonoma l’avanzato sistema Drive PX.

Toyota insieme a Nvidia per la guida autonoma

Tutto su: Toyota

di Giuseppe Cutrone

11 maggio 2017

Toyota segue quanto fatto da altri costruttori, tra cui Mercedes e Audi, e stringe una collaborazione con Nvidia per la messa a punto di soluzioni destinate alle auto senza conducente.

Il costruttore giapponese ha annunciato infatti alla GPU Technology Conference di aver siglato un accordo con il produttore di chip grafici per la fornitura di Drive PX, un computer basato sulle reti neurali e sulla tecnologia deep Learning che è stato progettato appositamente per l’applicazione su vetture a guida autonoma.

Drive PX è una soluzione che integra hardware e software ed è destinata ad essere presente sui futuri modelli “intelligenti” che Toyota ha lancerà sul mercato in un futuro prossimo. Secondo Nvidia, questa tecnologia è in grado di reagire in maniera “umana” alle situazioni che si possono verificare sulla strada e lo fa basandosi sulle informazioni raccolte da telecamere, laser, radar e sensori vari progettati per osservare l’ambiente esterno.

Il vero punto forte di Drive PX è però la capacità di imparare che simula in qualche maniera il cervello umano. Il sistema è capace infatti di memorizzare le situazioni che si verificando giorno per giorno aggiornando continuamente il proprio database, per poi elaborarle e reagire in tempo reale grazie all’elevata potenza di calcolo assicurata dai suoi processori.