Ford: Google Maps entra a bordo

Il sistema sarà disponibile per i modelli dotati del sistema di interconnessione Ford Sync, presentato nel 2007 e pronto al debutto

Ford: Google Maps entra a bordo

di Francesco Giorgi

11 giugno 2010

Il sistema sarà disponibile per i modelli dotati del sistema di interconnessione Ford Sync, presentato nel 2007 e pronto al debutto

Un efficace sistema per ottenere le indicazioni stradali è il collegamento a Google Maps. Lo ha annunciato in questi giorni Ford. Entro la fine di giugno, i proprietari dei modelli Ford che dispongono del sistema di interconnessione Ford Sync potranno “scaricare” l’applicazione di Google e ottenere in questo modo le indicazioni stradali.

Come funziona? Il terminale elettronico elabora le informazioni che provengono dai PC portatili o dagli smartphone con il dispositivo Bluetooth e dotati di connessione Web. Da questi ultimi vengono forniti i dati che il computer di bordo elabora e trasforma in istruzioni al conducente sotto forma di avvisi sonori sull’itinerario da percorrere, la progressione delle curve e degli incroci e le informazioni sul traffico in tempo reale.

Fra le novità permesse da questa applicazione, la possibilità di memorizzare degli itinerari anche a distanza. Senza, cioè, dover necessariamente trovarsi in auto. La scelta dei percorsi, infatti, può essere effettuata in casa, in ufficio: dovunque ci sia connettività. “Appena si sale a bordo, l’auto… sa già dove andare”, spiegano i tecnici di Ford USA.[!BANNER]

La tecnologia Ford Sync, lanciata nel 2007 e presentata nei mesi scorsi al Salone di Detroit sulla nuova Focus, sarà sviluppata inizialmente nei prossimi mesi per alcuni modelli venduti negli USA.