Mercedes Classe G BlueTEC: ora è più pulita

Grazie a questo sistema, il fuoristrada per eccellenza della Casa a Tre punte abbassa fino al 50% le emissioni di ossidi di azoto

Mercedes Classe G BlueTEC: ora è più pulita

di Francesco Giorgi

02 marzo 2010

Grazie a questo sistema, il fuoristrada per eccellenza della Casa a Tre punte abbassa fino al 50% le emissioni di ossidi di azoto

A quanto pare non scomparirà mai dalla scena. Dopo ben 31 anni di presenza continuativa nei listini della Casa, per la Mercedes Classe G il pensionamento non viene proprio preso in considerazione.

Tanto che, al Salone di Ginevra, accanto alle ben più moderne E300 BlueTEC Hybrid e F800 Style, lo stand Mercedes sarà arricchito anche dall’off road per eccellenza, che si presenta aggiornato a livello di emissioni ma non di carrozzeria.

In particolare, anche per la G350 arriva la tecnologia BlueTEC. Con questo sistema, ideato dai tecnici di Stoccarda nel 2006 per diminuire le sostanze inquinanti (in special modo gli ossidi di azoto) prodotte dal rilascio dei gas dei suoi motori a gasolio, la Classe G350 CDi (equipaggiata con il V6 turbodiesel da 210 CV e 540 Nm di coppia massima) risulta in regola con le normative Euro 5.[!BANNER]

Il BlueTEC funziona mediante le proprietà detergenti della ammoniaca. Il dispositivo che equipaggia la G350 utilizza l’AdBlue, una soluzione acquosa di urea che viene introdotta nei gas di scarico. Un processo chimico all’interno del catalizzatore di scarico produce ammoniaca, che attraverso un particolare processo è in grado di convertire fino al 50% degli ossidi di azoto in semplici e innocui azoto e acqua.

D’altro canto, i dirigenti della Mercedes hanno ribadito che la costosa ma “eterna” Classe G resterà in produzione ancora qualche anno, anche in virtù del successo che la off road di Stoccarda continua a riscuotere. Nelle scorse settimane, infatti, la Classe G è stata eletta per il sesto anno Off Roader of the Year dalla rivista specializzata Off Road.