Richiamo acceleratori: colpa delle onde radio?

La questione è stata sollevata da un gruppo di ingegneri d'oltreoceano. Ma la soluzione definitiva è nelle mani dei costruttori di jet militari Usa

Il pedale dell'acceleratore delle auto potrebbe "impazzire" a causa dell'interferenza di onde radio con il sistema elettronico che ne regola le funzioni.

Con l'alta tecnologia di cui sono dotate le auto di oggi, potrebbe bastare un telefono cellulare, delle onde radio provenienti da un satellite o anche la forte dose di impulsi provenienti da un grande forno a microonde di un ristorante davanti al quale si sta passando per interferire con il computer di bordo della propria auto e provocare un'accelerazione non voluta. Almeno questo è quello che sostengono un gruppo di ingegneri americani specializzati in elettronica e componenti per auto.

"Se si riuscisse a risolvere una volta per tutte questo problema, diventerebbe multimiliardario" ha detto John Liu, professore della Wayne State University. "I costruttori lo conoscono bene e cercano di porre rimedio. Toyota ha detto che se una cosa simile dovesse accadare, i sistemi di sicurezza che ha installato dovrebbero intervenire per bloccare l'inconveniente".

La casa giapponese sta introducendo gradualmente sulle auto di nuova costruzione (e anche sui modelli costruiti dopo il 2007) un sistema che ferma le sovraccelerazioni e che permette a chi guida di fermare il mezzo anche se aumentasse improvvisamente di velocità in maniera involontaria.

"La vera soluzione - commenta laconico Liu - è in realtà nelle mani del dipartimento alla Difesa degli Stati Uniti, che l'ha trovata e l'ha installata per proteggere i propri jet militari da interferenze esterne". Ma è tutto top secret.

Se vuoi aggiornamenti su RICHIAMO ACCELERATORI: COLPA DELLE ONDE RADIO? inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 01 febbraio 2010

Vedi anche

Suzuki: la Casa giapponese alla conquista della luna

Suzuki: la Casa giapponese alla conquista della luna

Suzuki realizzerà un robot in grado di esplorare la superficie della luna nell’ambito dell’iniziativa Google Lunar XPRIZE.

Salone di Shanghai: Bosch svela un progetto di guida autonoma

Salone di Shanghai: Bosch svela un progetto di guida autonoma

Programma sviluppato col big player Internet cinese Baidu; illustrata anche una vision Bosch di mobilità futura senza stress, incidenti ed emissioni.

Guida autonoma: via libera per Apple ai test su strada in California

Guida autonoma: via libera per Apple ai test su strada in California

Il colosso americano avrebbe avuto i permessi necessari per effettuare i test su strada in California delle sue auto dotate di guida autonoma.