Tre stabilimenti per il montaggio della Mercedes SLS AMG

Graz, Affalterbach e Sindelfingen: sono gli impianti nei quali sarà assemblata la supercar ad ali di gabbiano

Tre stabilimenti per il montaggio della Mercedes SLS AMG

di Francesco Giorgi

28 gennaio 2010

Graz, Affalterbach e Sindelfingen: sono gli impianti nei quali sarà assemblata la supercar ad ali di gabbiano

La produzione della supercoupé ad ali di gabbiano di Stoccarda è suddivisa in tre fasi. Le fasi produttive di ciascun esemplare, infatti, sono di competenza di tre stabilimenti: Graz, Affalterbach (sede del quartier generale della AMG) e Sindelfingen.

Il montaggio di ognuna delle SLS AMG comincia in Austria. Negli impianti della Magna Steyr, già partner della Mercedes dalla fine degli anni ’70 (all’epoca nella quale iniziò la produzione della Gelandewagen, la 4×4 simbolo della produzione off road di Stoccarda), viene realizzata una parte del telaio della SLS, che presenta una architettura spaceframe con elementi in alluminio.[!BANNER]

A Graz, dove le modalità di lavorazione sono in parte artigianali, viene effettuata la saldatura del telaio. Nello stesso tempo, ad Affalterbach i tecnici della AMG si occupano della realizzazione dei poderosi motori da 6,3 litri e 571 CV che trovano posto nel vano motore. Ogni propulsore viene assemblato a mano, secondo il principio del “One man, one engine” (un uomo per ogni motore). Questa filosofia costruttiva trova conferma nell’apposizione di una targhetta con il nome del tecnico AMG che ha realizzato ciascun motore.

Terza fase del montaggio della SLS AMG: le varie parti vengono assemblate a Sindelfingen, dove avviene l’ultimo degli step necessari per la delibera finale della coupé a due posti e ad ali di gabbiano che deriva dalle 300 SL degli anni ’50.

No votes yet.
Please wait...