La funzione off-road della Skoda Yeti

La SUV compatta Skoda si propone come valida alternativa per un impiego off-road anche grazie ai sistemi che gestiscono la trazione integrale

La funzione off-road della Skoda Yeti

di Giuseppe Cutrone

25 gennaio 2010

La SUV compatta Skoda si propone come valida alternativa per un impiego off-road anche grazie ai sistemi che gestiscono la trazione integrale

A vederla forse non si direbbe ma la Skoda Yeti, nonostante l’altezza da terra maggiore rispetto ad una berlina, al punto che esteticamente assomiglia più ad una vettura stradale che ad una fuoristrada, offre un sofisticato sistema off-road che consente di affrontare anche percorsi accidentati in tutta scioltezza, disimpegnandosi egregiamente anche nelle situazioni più difficili che metterebbero in difficoltà altri modelli della sua categoria.  

La Skoda Yeti è equipaggiata con diversi sistemi che ne controllano la trazione su qualsiasi fondo stradale, dando la possibilità di avere la miglior presa sul terreno dosando autonomamente la coppia a disposizione, senza grossi interventi da parte del guidatore.  

Ai più conosciuti e ormai unanimemente diffusi ABS e ASR, rispettivamente il sistema che evita il bloccaggio dei freni in fase di decelerazione e il sistema che impedisce lo slittamento delle ruote su terreni a scarsa aderenza, la SUV di Skoda aggiunge il bloccaggio del differenziale elettronico EDS, l’acceleratore elettronico Flat e il Downhill assistant, che controlla la velocità del veicolo durante i percorsi in discesa.[!BANNER]

Il lavoro dell’acceleratore Flat è sicuramente importante per quanto riguarda il dosaggio costante della coppia soprattutto alle basse velocità, evitando pericolosi strappi che potrebbero causare, nelle situazioni più difficili, pericolose e repentine perdite di aderenza.  

Il Downhill assistant si occupa invece di frenare il veicolo automaticamente nelle discese più ripide, cioè quelle discese con pendenza superiore all’8% o al 10% affrontate ad una velocità inferiore ai 30 km/h, provvedendo a regolare la discesa senza che il guidatore debba intervenire manualmente sui pedali per mantenere costante la velocità.  

Infine, una menzione va alla trazione integrale che si avvale della frizione elettroidraulica Haldex di nuova generazione che lavora in sinergia con gli altri sistemi elettronici.