Seat: tutti i numeri dietro la realizzazione di un’auto

Per capire cosa si nasconde dietro la realizzazione di un nuovo modello scopriamo tutti i segreti dello stabilimento Seat di Martorell.

Seat: tutti i numeri dietro la realizzazione di un’auto

di Francesco Donnici

20 gennaio 2017

Per capire cosa si nasconde dietro la realizzazione di un nuovo modello scopriamo tutti i segreti dello stabilimento Seat di Martorell.

Per capire davvero cosa si nasconde dietro la creazione di un’auto entriamo nello stabilimento Seat di Martorell, alle porte di Barcellona: un sito produttivo che si estende su più di 2,8 milioni di metri quadri, l’equivalente di 400 campi da calcio, e produce circa 400.000 auto ogni anno.

Per realizzare un nuovo modello di automobile, dall’idea iniziale al veicolo finito passano circa 4 anni. Il processo risulta sempre il medesimo: si parte da un numero decisamente elevato di bozzetti, ovvero più o meno 1.000 prima che si riesca a trovare il design definitivo della vettura.

Il secondo step vede il passaggio dalla carta al 3D tramite l’utilizzo di oltre 5.000 kg di argilla. Un altro passaggio importante è la realizzazione di nuovo colore, tramite l’uso di  6,4 milioni di litri di vernice l’anno e dopo ben 36 mesi di lavoro. Ogni nuovo modello viene studiato, sviluppato e realizzato nel centro tecnico Seat, dove lavorano oltre 900 ingegneri che realizzano oltre 55.000 simulazioni l’anno con l’obiettivo di garantire sicurezza e comfort a bordo delle vetture. Come se non bastasse, ogni anno vengono effettuati circa 400 differenti test olfattivi e tattili, per assicurarsi che gli interni dell’auto siano realizzati con materiali piacevoli.

L’ultimo passaggio che separa la vettura dalla commercializzazione, vede una cinquantina di ingegneri testate i modelli per oltre 1.200.000 km in condizioni di guida estreme tra deserti e strade ghiacciate e innevate, nel corso degli ormai famosi “Summer e  Winter Test”.

Il processo di produzione vede all’opera nei vari reparti dello stabilimento  più di 2.000 robot che lavorano all’assemblaggio degli oltre 3.000 pezzi che compongono una automobile. Terminato il tutto l’80% della produzione che viene effettuata a Martorell viene destinata in 75 differenti Paesi sparsi in tutto il globo.