Bmw: nel 2021 la prima auto autonoma al 100%

La Casa dell’elica ha dichiarato che lancerà la sua prima vettura 100% a guida autonoma con intelligenza artificiale nel 2021.

BMW Serie 6 Gran Coupé 2015, nuove foto ufficiali

Altre foto »

La Casa dell'elica continua spedita verso lo sviluppo della sua prima automobile dotata di guida completamente autonoma, confermando il suo impegno di realizzare il primo modello con questo tipo di tecnologia entro il 2021. La conferma arriva direttamente da Klaus Fröhlic, membro del board Bmw responsabile dello sviluppo prodotto, che ha dichiarato: "Puntiamo a presentare il primo veicolo completamente autonomo, in grado di operare fino a una velocità di 130 km orari, nel 2021".

I tecnici e gli ingegneri del Costruttore bavarese lavorano su una vettura di "livello 4", ovvero quello più alto nella scala di trasferimento della responsabilità dell'umano alla vettura che precede l'ultimo stadio della guida 100% autonoma. Per fare un esempio, le vetture dotate di sistemi di assistenza alla guida come Audi, Bmw, Mercedes e Tesla sfruttano sistemi di livello 2, ovvero una guida semi-autonoma capace di gestire solo alcune funzioni in modo automatico, come ad esempio i sorpassi, il mantenimento  distanza e la velocità di sicurezza, etc. Inoltre, durante queste operazioni, il conducente deve comunque mantenere un'attenzione costante e può lasciare il volante solo per brevi momenti.

Quando si passerà al livello 3, il software dedicato alla guida autonoma potrà prendere decisioni in completa autonomia, decidendo ad esempio quando effettuare un sorpasso e altro ancora, mentre il guidatore potrà staccare le mani dal volante, ma nello stesso tempo dovrà continuare a tenere la massima attenzione in caso il computer richieda il suo intervento per situazioni che non riesce a gestire. Il livello 4 invece potrà praticamente fare a meno dell'intervento umano, tranne in rarissimi eccezioni.

Un ruolo chiave nella guida autonoma  andrà al sistema HD Map live, sviluppato dalla Here - società specializzata  in mappe digitali, acquisita recentemente dalla partnership siglata da  Audi, BMW, e Mercedes. I primi usi del sistema HD Map arriveranno tra il 2018 e il 2019, mettendo così a disposizione degli utenti  carte stradali particolarmente e costantemente aggiornate in modo automatico da un sistema cloud che comunica con le altre vetture che sfruttano il medesimo sistema. Inoltre l'HD Map riduce il margine d'errore - pari a 30-40 metri - dei comuni GPS fino a pochi centimetri.

Infine per raggiungere il livello 4 e successivamente lo stadio 5 Bmw ed il colosso dell'informatica  Intel stanno sviluppando una vera e propria intelligenza artificiale in grado di "pensare" da sola senza l'ausilio umano. Questo tipo di tecnologia lavorerà in tandem con i sensori MobilEye che comprendono radar, lidar, videocamera e ultrasuoni, capace di offrire una visione a 360 gradi del perimetro della vettura, fino ad un range di duecento metri.

Se vuoi aggiornamenti su BMW inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 06 dicembre 2016

Altro su BMW

Bmw Serie 5 2017: primo contatto con la settima generazione
Anteprime

Bmw Serie 5 2017: primo contatto con la settima generazione

La nuova Bmw serie 5 sfoggia confort e finiture da ammiraglia e stupisce per i dispositivi elettronici dedicati alla guida semi-autonoma.

Bmw M760Li xDrive: la nuova ammiraglia da 610 CV
Anteprime

Bmw M760Li xDrive: la nuova ammiraglia da 610 CV

Un esclusivo allestimento sportivo e, sotto il cofano, il 6.5 V12 riprogettato da M Performance per la nuova versione luxury sport di Serie 7.

Le novità Bmw per il Salone di Ginevra
Anteprime

Le novità Bmw per il Salone di Ginevra

Serie 5 Touring, Serie 4 Coupé, Cabrio e Gran Coupé e i8 Protonic Frozen Black Edition: Bmw punta su famiglie, novità sportive e mobilità sostenibile.