Volkswagen, dal 2017 filtro antiparticolato anche per i motori benzina

Lo scandalo delle emissioni truccate denominato dieselgate ha spinto il colosso tedesco ad intervenire anche sui motori a benzina.

Nuove Audi A5 e S5 Coupé 2017, le immagini ufficiali

Altre foto »

La "rinascita" del  Gruppo Volkswagen dopo lo scandalo delle emissioni truccate conosciuto con il nome di "dieselgate" potrebbe passare anche da una rivoluzione dedicata ai propulsori a benzina. Il colosso tedesco ha infatti annunciato che a partire da giugno 2017 monterà di serie sulle unità a benzina i GPF (Gasoline Particulate Filters), ovvero dei nuovi filtri antiparticolato.

I primi motori ad utilizzare questa nuova tecnologia saranno il 1.4 TSI della nuova Tiguan e il 2.0 TFSI della nuova Audi A5. I nuovi filtri permetteranno di ridurre fino al 90% le emissioni di particolato. Con il corso del tempo, questa tecnologia verrà applicata a tutti i modelli del Gruppo, con l'obiettivo di raggiungere nel 2022 ben 7 milioni di auto prodotte dotate del GPF.

Come se non bastasse, il Gruppo teutonico ha in serbo una novità anche per le unità diesel: nel prossimo futuro tutti i modelli alimentati a Gasolio vanteranno l'uso della nuova tecnologia SCR (Selective Catalytic Reduction) che renderanno queste unità le più pulite del mercato.

 

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 04 agosto 2016

Altro su Volkswagen

Volkswagen: altri 4,3 miliardi di dollari per il dieselgate
Attualità

Volkswagen: altri 4,3 miliardi di dollari per il dieselgate

Dopo i 15 miliardi di giugno altri 4,3 miliardi per uscire dallo scandalo

Volkswagen Tiguan Allspace: debutta al Salone di Detroit
Anteprime

Volkswagen Tiguan Allspace: debutta al Salone di Detroit

Al NAIAS l'inedita versione a passo lungo e tre file di sedili che prepara il debutto negli Usa della Tiguan recentemente rinnovata in Europa.

Volkswagen ID Buzz Concept al Salone di Detroit 2017
Concept

Volkswagen ID Buzz Concept al Salone di Detroit 2017

L’erede spirituale del mitico Bulli vanta una sofisticata meccanica elettrica e risulta dotato dell’ormai immancabile guida autonoma.