Navigazione: da GPS a Galileo, arriva il primo device

Il sistema di navigazione satellitare europeo Galileo si prepara alla diffusione tra i device di navigazione come l'Aquaris X5 Plus.

Il sistema globale di navigazione satellitare Galileo, sviluppato dall'Europa in alternativa al sistema americano GPS, debutta per la prima volta su uno smartphone europeo, per la precisione sul modello Aquaris X5 Plus prodotto dalla spagnola BQ.

Sviluppato dall'Unione Europea con l'obiettivo di offrire al pubblico un sistema per la navigazione satellitare indipendente e controllato dalle autorità civili, Galileo si prepara ad entrare nella cosiddetta fase di "Initial Services" entro la fine dell'anno.

In vista dell'avvio delle attività, BQ ha scelto di integrare Galileo sullo smartphone Aquaris X5 Plus e lo ha fatto collaborando con la GSA e con Qualcomm Technologies.

Il dispositivo è in vendita da ieri ed è basato su piattaforma AndroidPer quanto riguarda Galileo, è invece garantita l'interoperabilità con GPS e Glonass, ovvero gli altri due sistemi globali di navigazione satellitare rispetto ai quali la piattaforma europea assicurerà una migliore precisione di geolocalizzazione.

Se vuoi aggiornamenti su NAVIGAZIONE: DA GPS A GALILEO, ARRIVA IL PRIMO DEVICE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 15 luglio 2016

Vedi anche

Renault-Nissan e Microsoft, insieme per l’auto connessa e la guida semi-autonoma

Renault-Nissan e Microsoft, insieme per l’auto connessa e la guida semi-autonoma

L’Alleanza Renault-Nissan e Microsoft hanno sottoscritto un accordo pluriennale per lo sviluppo di tecnologie di nuova generazione.

Crash test GlobalNcap per Renault Kwid e Honda Mobilio

Risultati negativi per le "global car"

Leggermente migliorata rispetto ai crash test di maggio, Kwid ha riportato una valutazione ancora piuttosto lontana dalla piena sufficienza.

Stampa 3D: accordo fra Psa e società californiana

Stampa 3D per l'automotive

Non soltanto singoli componenti, ma l'intero veicolo potrà essere stampato a tecnologia 3D: è l'obiettivo dell'accordo Psa - Divergent 3D.

Back to top