Gruppo PSA, raggiunta quota un milione di diesel BlueHDI

Il Gruppo francese ha festeggiato un milione di diesel BlueHDI, capaci di offrire consumi ed emissioni inquinanti estremamente contenuti.

Gruppo PSA, raggiunta quota un milione di diesel BlueHDI

di Francesco Donnici

06 maggio 2016

Il Gruppo francese ha festeggiato un milione di diesel BlueHDI, capaci di offrire consumi ed emissioni inquinanti estremamente contenuti.

Il Gruppo PSA (Peugeot, Citroen e DS) ha annunciato di aver raggiunto quota un milione di diesel BlueHDI omologati Euro6 e già dotati della sofisticata tecnologia “SCR”. I propulsori BlueHDI sono prodotti nello stabilimento francese di Trémery (regione della Mosella), e risultano disponibili in due differenti cilindrate: diverse 1.6 litri (declinato negli step di potenza da 100 CV e 120 CV) e 2.0 litri (150 CV e 180 CV).

La tecnologia BlueHDI è stata introdotta in modo progressivo sui modelli del Gruppo transalpino a partire dal settembre 2013, esattamente un anno prima dell’entrata in vigore della normativa anti-inquinamento Euro6, mentre oggi risulta utilizzata su tutti i motori diesel Euro6 dei tre brand appartenenti al Gruppo.

La tecnologia utilizzata su questi motori tratta in maniera continua le emissioni nocive delle motorizzazioni diesel. Il sistema di scarico sfrutta tre dispositivi di disinquinamento: il [glossario:catalizzatore] di ossidazione, il filtro attivo antiparticolato (FAP) con additivo, che tratta le particelle dal punto di vista del numero e del peso, e la Selective Catalytic Reduction (SCR) posizionata a monte del FAP, che permette di eliminare gli ossidi di azoto (NOx) emessi dal motore.

Ad oggi, lo stabilimento di Trémery produce 7000 motori Diesel al giorno, di cui 5000 motori 1.6 litri BlueHDI (815.000 unità prodotte sin dal lancio nel 2014) e 2000 motori 2.0 litri Blue HDI al giorno (185.000 unità da settembre 2013).

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...