Crash test EuroNcap: ecco le "Best in Class" 2015

Honda Jazz, Infiniti Q30, Jaguar XE, VW Touran, Ford Galaxy, Mercedes Glc, Volvo XC90 e Mazda MX-5 sono le otto migliori "cinque stelle" dell'anno.

Honda Jazz MY 2015: prime immagini ufficiali

Altre foto »

Ford, Honda, Infiniti, Jaguar, Mazda, Mercedes, Volkswagen e Volvo sono le Case costruttrici dei modelli che nel 2015 hanno ottenuto le migliori valutazioni EuroNcap: come dire, le "supersicure dell'anno". Lo rivela, in queste ore, il "New Car Assessment Programme" di Bruxelles. Si tratta, in ordine di segmento secondo le denominazioni usate da Ncap, di Honda Jazz, risultata la migliore fra le "Supermini"; Infiniti Q30 ("Small Family Car"), Jaguar XE ("Large Family Car"), Volkswagen Touran ("Small Mpv"), Ford Galaxy ("Large Mpv"),  Mercedes Glc ("Small Off - Road"), Volvo XC90 ("Large Off - Road") e Mazda MX-5, che ha ottenuto il migliore punteggio nella categoria "Roadster Sport".

Per individuare le "Best in Class" EuroNcap, così vengono nominate le migliori  vetture per ciascuno dei segmenti che suddividono le varie classi di modelli, l'Ente di Bruxelles applica una somma dei punteggi ottenuta in ciascuna delle quattro aree di valutazione: grado di sicurezza per i passeggeri adulti, protezione per i bambini, sicurezza per i pedoni e dispositivi di Sicurezza attiva presenti a bordo. Ogni somma viene usata come base per il confronto tra i veicoli.

Di seguito i risultati delle "Best in Class" EuroNcap per il 2015.

Ford Galaxy. La grossa monovolume dell'Ovale Blu ha riportato il punteggio più elevato fra le monovolume premium. Più nel dettaglio, l'Ncap ha rilevato l'87% nel grado di sicurezza per gli occupanti adulti, l'87% offerto alla protezione per i bambini, il 79% per i pedoni e il 71% da parte dei sistemi di sicurezza installati a bordo.

Honda Jazz. La vincitrice nella categoria "Supermini" ha fatto registrare il 93% di protezione agli occupanti adulti, l'85% per i bambini, il 73% per i pedoni e il 71% riguardo alla dotazione di sicurezza attiva di bordo. Proprio quest'ultima "voce" ha permesso alla citycar di Honda di sopravanzare la "rivale" Suzuki Vitara.

Infiniti Q30. Le "cinque stelle Ncap" per la nuova compatta premium di Infiniti derivano da una valutazione complessivamente più che positiva: 84% di protezione per i passeggeri adulti, 86% per i bambini, 91% per i pedoni e 81% riguardo ai sistemi di sicurezza attiva. In particolare, Ncap ha tenuto in considerazione il coofano motore attivo, che si solleva in automatico nel caso di piccoli urti e contribuisce alla protezione dei pedoni.

Jaguar XE. La nuova berlina sportiva di Coventry  ha fatto segnare il 92% di sicurezza per i passeggeri adulti, l'82% per i bambini, l'81% per i pedoni e l'82% riguardo alla presenza di dispositivi di sicurezza attiva a bordo.

Mazda MX-5. La spider giapponese, recentemente aggiornata nell'attuale versione, è una delle due vetture ad avere totalizzato "soltanto" quattro stelle ai crash test Ncap di ottobre. Punto di forza di Mazda MX-5, anche in questo caso, è la ottima protezione garantita ai pedoni grazie al cofano motore attivo.

Mercedes GLC.  Il nuovo Suv di Stoccarda ha riportato 5 stelle grazie a una valutazione del 95% per gli occupanti adulti, dell'89% per i bambini, dell'82% per i pedoni e del 71% per i dispositivi di sicurezza attiva.

Volkswagen Touran. La versatile monovolume di Wolfsburg, uscita "a cinque stelle" dai crash test Ncap, ha fatto registrare l'88% di protezione agli occupanti adulti, l'89% di sicurezza per i bambini, il 71% complessivo per i pedoni e il 76% dai sistemi di sicurezza attiva a bordo.

Volvo XC90. Nel complesso, la grossa Suv di Goteborg è risultata in assoluto fra le migliori del lotto di vetture sottoposteai crash test Ncap 2015. Più nel dettaglio, la imponente "Sport Utility" di Volvo ha fatto segnare il 97% di protezione ai passeggeri adulti, l'87% per i bambini e il 72% di sicurezza per i pedoni in caso di impatto a bassa velocità; "en plein" per la sicurezza garantita dai dispositivi elettronici installati a bordo: 100%.

Nelle prossime settimane, Ncap effettuerà i primi Crash test del 2016. Le novità che vengono introdotte quest'anno, e che contribuiscono a rendere ancora più severe le valutazioni - e, dunque, più impegnative da raggiungere le "cinque stelle Euro Ncap" da parte delle Case auto - riguardano una nuova prova di urto sull'AEB (Autonomous Energy Braking), impostata per valutare in quale misura ogni modello sia in grado di avvertire e ridurre del tutto (o evitare) in maniera autonoma l'impatto con i pedoni. Questa nuova prova, già introdotta in occasione degli ultimi Crash test (in ordine di tempo) effettuati da Ncap lo scorso dicembre, va ad aggiungersi ai già presenti criteri di aggiudicazione delle "5 stelle EuroNcap", che dal 2012 vengono assegnati ai modelli che arrivano a una valutazione percentuale di sicurezza almeno dell'80% per gli occupanti adulti, del 75% per i bambini e del 60% per i pedoni e per i dispositivi attivi installati di serie. In ogni caso, il totale del grado di protezione non deve essere inferiore all'80%.

Se vuoi aggiornamenti su CRASH TEST EURONCAP: ECCO LE "BEST IN CLASS" 2015 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 14 gennaio 2016

Vedi anche

Renault-Nissan e Microsoft, insieme per l’auto connessa e la guida semi-autonoma

Renault-Nissan e Microsoft, insieme per l’auto connessa e la guida semi-autonoma

L’Alleanza Renault-Nissan e Microsoft hanno sottoscritto un accordo pluriennale per lo sviluppo di tecnologie di nuova generazione.

Crash test GlobalNcap per Renault Kwid e Honda Mobilio

Risultati negativi per le "global car"

Leggermente migliorata rispetto ai crash test di maggio, Kwid ha riportato una valutazione ancora piuttosto lontana dalla piena sufficienza.

Stampa 3D: accordo fra Psa e società californiana

Stampa 3D per l'automotive

Non soltanto singoli componenti, ma l'intero veicolo potrà essere stampato a tecnologia 3D: è l'obiettivo dell'accordo Psa - Divergent 3D.