Mercedes Classe E 2016: sempre più vicina alla guida autonoma

Per la nuova serie di Classe E (in arrivo a primavera 2016), Mercedes perfeziona con la sterzata automatica il sistema di cambio corsia

Nuova Mercedes Classe E: le immagini degli interni

Altre foto »

Per la nuova berlina executive Mercedes aggiunge un tassello in più verso la tecnologia di guida autonoma: è la novità che il marchio della Stella a Tre Punte svela in anteprima, in queste ore, riguardo alla prossima generazione di Mercedes Classe E, attesa al debutto nella primavera del 2016.

Le anticipazioni che Mercedes fornisce per la nuova Classe E in arrivo nei prossimi mesi danno un ampio risalto alle novità tecnologiche impostate sulla rinnovata "media" di Stoccarda e delle quali ci eravamo occupati la scorsa estate. Dopo il nuovo dispositivo dedicato alle manovre di parcheggio da remoto tramite "chiave intelligente" basata sul Gps che comprenderà numerose funzionalità dedicate alla sicurezza (sistema di sterzata automatica per evitare collisioni od ostacoli improvvisi, un inedito dispositivo di allontanamento dei passeggeri dalle porte attraverso il movimento dei sedili nel caso di urti laterali), in queste ore Mercedes aggiunge una nuova anticipazione degli aggiornamenti tecnologici attesi a bordo della nuova Classe E MY 2016, e anch'essa rivolta a un concetto di funzionalità sempre più vicine alla guida autonoma.

Si tratta, in questo caso, di un inedito "Active Lane Change Assist" (sistema di assistenza attiva ai cambi di corsia). Il dispositivo, illustrato in anteprima, arricchisce il "Blid Spot Assist" attivo e il sistema antisbandamento attivo, costituisce parte integrante del "Drive Pilot" ed è rivolto a un concreto aiuto per il conducente che si troverà ad affrontare le situazioni tipiche che richiedano cambi di corsia repentini.

Un recente studio rivela che, in Germania, quasi il 15% degli incidenti si verifica tra veicoli che viaggiano nella stessa direzione di marcia e quasi il 20% di questi è provocato da un cambio di corsia. Per questo, Mercedes sviluppa dal 2007 il "Blind Spot Assist", a sua volta perfezionato successivamente con l'evoluzione "Blind Spot Assist" attivo. Quest'ultimo fornisce un avvertimento visivo e - nel caso di azionamento degli indicatori di direzione - acustico: il suo compito è di intervenire con una frenata automatica, su un solo lato della vettura, per correggere la traiettoria del veicolo ogni volta che il radar rilevi un pericolo immediato di collisione.

La novità introdotta a bordo della nuova Mercedes Classe E riguarda lo spostamento in automatico della vettura nella corsia adiacente se il conducente attiva gli indicatori di direzione per oltre due secondi in previsione di un cambio di corsia. Il veicolo, fanno notare i tecnici Mercedes, effettua la manovra in maniera autonoma soltanto se i sensori (a loro volta, dopo che il modulo di navigazione integrato nel "Comand Online" abbia verificato che la vettura stia percorrendo effettivamente strade a più corsie, autostrade o tratti analoghi) non abbiano rilevato alcuna presenza di veicoli nelle "zone sensibili", per chiari motivi di sicurezza di marcia. Il monitoraggio della zona antistante la vettura e delle aree laterali e posteriori intorno al veicolo avvengono rispettivamente attraverso l'azione di un radar a lungo raggio e una telecamera stereoscopica, e un radar multimodale: entrambi i sistemi tengono conto della velocità dei veicoli rilevati nelle zone circostanti.

Il dispositivo interviene (a velocità comprese fra 80 e 180 km/h) a prescindere se la vettura debba spostarsi a sinistra per effettuare un sorpasso o se, al contrario, si desideri rientrare nella corsia di destra. Al guidatore è semplicemente affidata la sorveglianza della manovra di cambio corsia.

Se vuoi aggiornamenti su MERCEDES-BENZ CLASSE E inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 17 dicembre 2015

Altro su Mercedes-Benz Classe E

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada
Prove su strada

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada

La grande berlina tedesca è migliorata in tutto, con uno stile meno "ingessato" dell’ultima generazione, con tecnologie di livello e un motore diesel vero "cuore" di gamma.

Mercedes Classe E Station Wagon 2016: primo contatto
Ultimi arrivi

Mercedes Classe E Station Wagon 2016: primo contatto

La nuova wagon tedesca convince per il suo stile accattivante e stupisce per l’iniezione di sistemi elettronici dedicati alla guida autonoma.

Mercedes-AMG Classe E 63: fino a 612 CV
Anteprime

Mercedes-AMG Classe E 63: fino a 612 CV

La berlina sportiva della Stella a Tre Punte sarà solo integrale per un’accelerazione da supercar