Mercedes: allo studio il sistema che riconosce i pericoli

I sofisticati sistemi di assistenza alla guida per la città individuano e riconoscono i pericoli proprio come gli esseri umani.

Il traffico delle città mette in costante pericolo gli automobilisti e i pedoni e sempre più spesso rappresenta un'autentica sfida per chi percorre quotidianamente strade intasate. Per questo motivo molte Case automobilistiche internazionali, come Mercedes, sono impegnate da tempo nello sviluppo di sistemi elettronici di assistenza, capaci di supportare il guidatore e di rendere le percorrenze in città più sicure.

Il progetto dedicato ai sistemi di assistenza portato avanti dalla Casa tedesca che prende il nome di UR:BAN si trova in una fase molto avanzata. L'ultima sua evoluzione si basa su un sistema basato sull'uso di telecamere speciali, capaci di classificare in modo completamente automatico situazioni sconosciute, individuando tutti gli oggetti rilevanti per il sistema di assistenza (dal ciclista alla persona in sedia a rotelle, passando per il pedone).

I ricercatori della divisione "Environment Sensing" hanno programmato i sistemi di assistenza con migliaia di immagini di varie città, dove venivano identificate manualmente 25 diverse categorie di oggetti (ad esempio veicoli, ciclisti, pedoni, strade, marciapiedi, edifici, pali ed alberi). Grazie a questa categorizzazione, il dispositivo ha imparato a classificare correttamente in automatico immagini sconosciute, riuscendo così a identificare tutti gli oggetti importanti per il sistema di assistenza anche se nascosti o a notevole distanza.

In questo modo i sensori radar dei sistemi di assistenza sono in grado di individuare e visualizzare in modo completo non solo tutti gli oggetti dinamici, ma anche un qualsiasi ambiente statico. Grazie alle particolari caratteristiche dell'onda radar, il sistema funziona anche in caso di nebbia e condizioni atmosferiche avverse, inoltre consente di rilevare anche la presenza di pedoni e ciclisti in movimento. Analizzando in pochi millisecondi tutti questi dati, il sistema capisce ad esempio se si ha intenzione di svoltare, decidendo subito dopo se e come intervenire, evitando situazioni di pericolo.

Se vuoi aggiornamenti su MERCEDES-BENZ inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 14 ottobre 2015

Altro su Mercedes-Benz

Mercedes Classe E: più sportiva con la cura Brabus
Tuning

Mercedes Classe E: più sportiva con la cura Brabus

La factory di Bottrop festeggia i propri quarant'anni con un programma di interventi per l'ultima Mercedes Classe E W213.

Mercedes AMG GT-C Coupé al Salone di Detroit
Anteprime

Mercedes AMG GT-C Coupé al Salone di Detroit

Anteprima al Salone di Detroit 2017 per la sportiva di Casa Mercedes.

Mercedes GLA e GLA 45 AMG 2017: il debutto a Detroit
Anteprime

Mercedes GLA e GLA 45 AMG 2017: il debutto a Detroit

Il crossover compatto GLA si aggiorna con il restyling 2017 e porta al debutto la serie speciale GLA 45 AMG Yellow Night Edition.