Honda CR-V: debutta l’Intelligent Adaptive Cruise Control

Sulla nuova Honda CR-V debutterà il controllo di crociera intelligente che evita l’impatto con le vetture che tagliano la strada.

Honda CR-V: debutta l'Intelligent Adaptive Cruise Control

Tutto su: Honda CR-V

di Giuseppe Cutrone

08 gennaio 2015

Sulla nuova Honda CR-V debutterà il controllo di crociera intelligente che evita l’impatto con le vetture che tagliano la strada.

Honda si prepara a lanciare sulla nuova Honda CR-V l’innovativo Intelligent Adaptive Cruise-Control (i-ACC), ovvero quello che lo stesso costruttore giapponese presenta come il primo sistema di [glossario:cruise-control] predittivo al mondo. 

La tecnologia usata da Honda è infatti in grado di prevedere gli improvvisi tagli di corsia degli altri veicoli e intervenire opportunamente per evitare di andare in collisione. Il sistema si basa su una telecamera e un radar che hanno il compito di osservare l’area circostante la vettura, mentre un algoritmo messo a punto dopo una serie di studi sullo stile di guida degli automobilisti europei è in grado di elaborare la situazione di pericolo, così da impartire le necessarie correzioni ai sistemi di controllo del mezzo. 

Il  cruise control “intelligente” che troverà posto sulla Honda CR-V è pensato espressamente per le strade europee e riesce ad anticipare un possibile taglio di corsia da parte di un veicolo antistante fino a 5 secondi prima che questo avvenga. Tale lasso di tempo diventa fondamentale per consentire al sistema di intervenire senza manovre brusche che potrebbero causare panico nel guidatore e nei passeggeri. 

Quando viene rilevato un potenziale pericolo, infatti, l’Intelligent Adaptive [glossario:cruise-control] provvede ad accendere un’apposita icona nel cruscotto per avvisare il guidatore e contestualmente applica una leggera azione frenante. La seconda fase dell’intervento prevede invece una frenata più decisa, fino a raggiungere una velocità di sicurezza che impedisce l’impatto con il veicolo che ha tagliato la strada.