Opel: allo studio la griglia frontale attiva anti consumi

La tecnologica griglia frontale attiva consentirà una resistenza aerodinamica ridotta del 10%, con un conseguente abbattimento dei consumi del 5%.

Gli ingegneri Opel sono alla continua ricerca di nuove soluzioni che puntino a  migliorare l'efficienza delle proprie vetture, con lo scopo di abbattere consumi ed emissioni inquinanti di CO2. Tra le numerose soluzioni allo studio della Casa del fulmine - oltre allo sviluppo di nuovi propulsori sempre più efficienti - c'è lo sviluppo di inedite soluzioni aerodinamiche, come ad esempio la griglia frontale attiva.

Questo particolare componente è stato recentemente presentato da Michael Ableson, Portavoce del Consiglio di Amministrazione di Adam Opel AG e Vice President Vehicle Engineering, in occasione dell'Aachen Colloquium, il principale congresso europeo dedicato alle tecnologie motoristiche e automobilistiche. In occasione della sua presentazione al congresso, Ableson ha dichiarato: "Intendiamo seriamente ridurre le emissioni di CO2. Le automobili elettriche rientrano in questa strategia, ma invece di concentrarci su un'unica soluzione, cerchiamo di proteggere l'ambiente e il clima mettendo a disposizione dei nostri clienti un'ampia gamma di tecnologie più accessibili"

La griglia frontale attiva ha il compito di convogliare l'immissione dell'aria di raffreddamento, migliorando dei consumi, grazie ad una chiusura automatica nel momento in cui l'aria di raffreddamento risulta superflua. Quando la griglia risulta chiusa, l'aerodinamica della vettura migliora a causa del convogliamento più uniforme del flusso dell'aria intorno e sotto alla parte anteriore del veicolo, al posto del passaggio attraverso il vano motore che risulta meno efficiente dal punto di vista aerodinamico. L'apertura della griglia si aziona in funzione della velocità e della temperatura del liquido di raffreddamento del motore:  quando l'auto percorre una salita, oppure durante la guida in città, la griglia si apre a causa delle temperature maggiori, mentre ad esempio, se si percorre un tratto autostradale la griglia rimarrà in posizione chiusa per offrire una migliore efficienza aerodinamica.

L'unità elettronica presente nella vettura gestisce in modo intelligente l'apertura o la chiusura della parte superiore e inferiore della griglia - anche in modo indipendente l'una dall'altra - grazie ad un'elaborazione effettuata in tempo reale di diversi parametri termici, elettrici e aerodinamici. Il vantaggio principale che porta in dote questa speciale griglia può essere riassunto con una riduzione del coefficiente di resistenza Aerodinamica totale del dieci per cento, con una conseguente a diminuzione dei consumi pari a circa il 2% nel ciclo misto (secondo NEDC), o addirittura del 5% quando si viaggia a 130 km/h.

Se vuoi aggiornamenti su OPEL inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 09 ottobre 2014

Altro su Opel

Opel Mokka X: facelift ed iniezione di tecnologia
Ultimi arrivi

Opel Mokka X: facelift ed iniezione di tecnologia

La Opel Mokka X porta sfoggia un facelift e porta in dote una serie di sistemi tecnologici che aumentano fruibilità e sicurezza dell'auto.

Opel Ampera-e: al Salone di Parigi con 400 km di autonomia
Anteprime

Opel Ampera-e: al Salone di Parigi con 400 km di autonomia

All'imminente Mondial de l'Automobile 2016 Opel punta i riflettori sulla elettrica extended range Ampera-e. Un nuovo corso per la mobilità elettrica.

Opel Karl Rocks, la citycar si veste da SUV
Anteprime

Opel Karl Rocks, la citycar si veste da SUV

La citycar tedesca allarga la propria offerta con una nuova versione che ricalca alcuni elementi tipici dei SUV.