Remmy, segnala la presenza di bimbi a bordo

Nato dall’idea di due italiani, l'innovativo dispositivo segnala la presenza del bambino in auto quando l’autovettura viene spenta.

Sono sempre più numerosi i casi in cui, per distrazione o per altre fatalità, un bambino viene dimenticato in auto: solo negli Stati Uniti sono stati riscontrati 38 decessi di bambini ogni anno, perché dimenticati in auto dai genitori.

La causa di queste fatali dimenticanze nella la maggior parte dei casi non è da attribuire alla noncuranza dei genitori, ma a condizioni di vita stressanti e frenetiche le quali possono spingerci verso una distrazione che può portare a dimenticare la cosa più importante al mondo, ovvero un bambino seduto sul suo seggiolino dentro un'autovettura, magari in un periodo particolarmente caldo.

Per evitare il ripetersi di questi tragici incidenti, due italiani hanno inventato un innovativo ed economico sistema battezzato Remmy (dall'inglese remember, ricordare), capace di segnalare la presenza di un bambino in auto.  

Il dispositivo risulta infatti programmato per segnalare la presenza di un bambino nell'abitacolo di una vettura e tutti quei movimenti del piccolo che possono essere ritenuti a rischio, come ad esempio la presenza delle cinture di sicurezza slacciate. Nel momento in cui si spegne la vettura, Rammy emette un avviso acustico che ricorda immediatamente ai genitori la presenza del bambino in auto, evitando in questo modo la possibilità che si consumi una tragedia.

Se vuoi aggiornamenti su REMMY, SEGNALA LA PRESENZA DI BIMBI A BORDO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 11 luglio 2014

Vedi anche

Seat: tutti i numeri dietro la realizzazione di un’auto

Seat: tutti i numeri dietro la realizzazione di un’auto

Per capire cosa si nasconde dietro la realizzazione di un nuovo modello scopriamo tutti i segreti dello stabilimento Seat di Martorell.

Audi, Nvidia e Mobileye: intelligenza artificiale per la guida autonoma

Audi, Nvidia e Mobileye: intelligenza artificiale per la guida autonoma

Audi in collaborazione con i partner NVIDIA e Mobileye prosegue il suo sviluppo relativo all’intelligenza artificiale applicata alla guida autonoma.

Il Gruppo PSA studia la connessione 5G

Il Gruppo PSA studia la connessione 5G

Siglato un accordo di collaborazione con Ericsson ed Orange per un nuovo progetto.