Ford presenta il nuovo sterzo adattivo

Manovre più agevoli; più precisione alle altre velocità, grazie a un attuatore elettrico nel volante. Sarà adottato dalla gamma Ford entro un anno.

Ford Focus 2014 al Salone di Ginevra 2014

Altre foto »

Ecco lo "sterzo 2.0" secondo Ford: un sistema elettronico che agisce da intermediario fra il volante e gli angoli di sterzata delle ruote, e a seconda della velocità calibra con assoluta precisione i comandi dello sterzo per modificare in tempo reale il rapporto di sterzata, per rendere la guida dell'autoveicolo ancora più agile, precisa e "leggera".

Si tratta del nuovo sterzo adattivo Ford: un sistema, ora in avanzata fase di sperimentazione, che sarà progressivamente installato a bordo della gamma Ford entro i prossimi 12 mesi. Il nuovo sterzo adattivo Ford viene sviluppato in collaborazione con Takata, azienda specializzata nella produzione impianti sterzo e sicurezza e partner di Ford Aligned Business Framework, Divisione che opera in partnership con i fornitori per lo sviluppo di nuove soluzioni per i propri componenti.

Il nuovo sterzo adattivo Ford si trova integrato nel volante (dunque non richiede sostanziali modifiche al sistema sterzo), ed è stato progettato per rendere più agevoli le fasi di manovra o, in tutti i casi, la marcia alle più basse velocità, e per aggiungere precisione alla risposta dello sterzo alle alte velocità.

In termini più strettamente tecnici, l'obiettivo posto dai tecnici Ford nello sviluppo del nuovo sterzo adattivo è una maggiore facilità di manovra attraverso un attuatore elettrico, che a seconda della velocità impostata dal conducente, risponde agli input e modifica il rapporto fra i giri del volante e l'angolo di sterzata delle ruote. Come si sa, nel caso dello sterzo "tradizionale", questo rapporto è fisso: con il nuovo sterzo adattivo Ford, il rapporto giri del volante - effettiva direzione delle ruote viene modificato in tempo reale, a seconda della velocità dell'auto: si  ottiene, indicano i tecnici Ford, una ottimizzazione della risposta del volante in qualsiasi condizione di guida.

Per fare qualche esempio: in fase di manovra, di parcheggio o alle velocità più basse, il nuovo sterzo adattivo Ford richiede meno giri del volante per effettuare una svolta completa: ne consegue una migliore agilità e meno sforzi per il parcheggio; in autostrada o a velocità medio-alte, lo sterzo adattivo Ford riesce a ottimizzare ancora di più la risposta del volante, in maniera da rispondere con più precisione e gradualità ai comandi del conducente.

Riguardo al suo montaggio a bordo degli autoveicoli, il nuovo sterzo adattivo Ford non richiede sostanziali modifiche allo sterzo di serie: il suo funzionamento viene controllato attraverso un attuatore elettrico che nelle fasi di rotazione del volante modifica in maniera graduale il rapporto fra i giri del volante e la direzionalità delle ruote, a seconda della velocità.

Se vuoi aggiornamenti su FORD inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 06 giugno 2014

Altro su Ford

Ford Fiesta ST-Line 1.0 EcoBoost: la prova su strada
Prove su strada

Ford Fiesta ST-Line 1.0 EcoBoost: la prova su strada

Abbiamo provato la variante più spinta del 3 cilindri EcoBoost capace di erogare ben 140 CV...scopritela con noi!

Ford: il sistema di rilevamento pedoni funziona anche di notte
Tecnica

Ford: il sistema di rilevamento pedoni funziona anche di notte

Ecco come Ford aiuta a superare la paura del buio e il timore di scontrarsi con ostacoli e pedoni: il dispositivo debutterà sulla rinnovata Fiesta.

Ford Fiesta ST,  bomba da 200 CV al Salone di Ginevra 2017
Anteprime

Ford Fiesta ST, bomba da 200 CV al Salone di Ginevra 2017

La nuova generazione della Ford Fiesta ST sfoggia un’estetica racing e nasconde un piccolo 3 cilindri Ecoboost da 200 CV.