Skoda Yeti: cinque stelle al crash test

Appena arrivato sul mercato il SUV ceco è stato sottoposto ai crash test. Risultato: le cinque stelle Euro NCAP

Skoda Yeti

Altre foto »

Un SUV a cinque stelle: la Skoda Yeti, sottoposta nei giorni scorsi all'esame del crash test organizzato da Euro NCAP di Bruxelles, è uscita con il massimo grado di sicurezza previsto nelle prove dell'istituto europeo, riportando la massima valutazione: ovvero le 5 stelle.

Per l'ultima nata della Casa di Mlada Boleslav, presentata meno di due mesi fa, si tratta di un ottimo risultato, anche alla luce delle rilevazioni percentuali scaturite dal crash test, che ha avuto come "cavia" un esemplare in versione 2.0 TDI in allestimento Ambiente.

Il crash test ha permesso alla Yeti di ottenere un ottimo 92 per cento di sicurezza per i passeggeri adulti. Al termine delle prove, infatti, è stato evidenziato che l'abitacolo non ha subito alcuna deformazione che potesse risultare dannosa agli occupanti: questo vuol dire che la struttura abitativa della vettura è, sì, robusta in maniera efficace, ma allo stesso tempo offre un grado di elasticità tale da scongiurare eventuali rischi di contraccolpo alla colonna vertebrale e al torace.

In questo senso, la Yeti si è dimostrata una vettura valida. I dispositivi di sicurezza montati di serie (airbag) hanno mostrato un funzionamento immediato e concreto, soprattutto quelli laterali: la simulazione di urto contro un palo, che non ha causato il minimo danno ai manichini utilizzati come "passeggeri", lo dimostra.

Bene anche per quanto riguarda la protezione offerta ai bambini, che in termini percentuali è stata del 78 per cento: i due manichini che riproducono le fattezze di altrettanti "baby passeggeri" rispettivamente di 18 mesi e 3 anni sono "usciti" dal crash test in buone condizioni. L'urto laterale non ha causato danni, così come l'impatto frontale e il tamponamento: i seggiolini hanno dimostrato una buona tenuta.

Positivo, poi, anche il fatto che l'airbag lato passeggero possa essere disinserito mediante un comando, sistemato all'interno del vano portaguanti, e azionabile con la chiave di accensione della vettura. Questo dispositivo, sempre più frequente fra le vetture presenti sul mercato (e applaudiamo questa decisione!) permette di sistemare il seggiolino in posizione contromarcia sul sedile del passeggero anteriore. In questo modo, la protezione offerta a un bambino è ancora più efficace.

Passando alla sicurezza per i pedoni (46%) le prove sulla Skoda Yeti ha rilevato un buon grado di protezione al paraurti per le gambe dei manichini - pedoni sottoposti a un urto a bassa velocità. Allo stesso modo, solo l'area centrale del cofano ha permesso di riscontrare un discreto grado di sicurezza per la testa dei pedoni.

Se vuoi aggiornamenti su SKODA YETI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 02 settembre 2009

Altro su Skoda Yeti

Skoda Yeti 1.2 TSI Elegance: la prova su strada
Prove su strada

Skoda Yeti 1.2 TSI Elegance: la prova su strada

Un po' fuoristrada, un po' suv e un po' station wagon. Funzionale e spaziosa, equipaggiata con un compatto motore turbo benzina

Nuova Skoda Yeti e Yeti Outdoor 2014: allestimenti e prezzi
Anteprime

Nuova Skoda Yeti e Yeti Outdoor 2014: allestimenti e prezzi

Skoda comunica caratteristiche, immagini, dati e prezzi della nuova Yeti e Yeti Outdoor My 2014. Arriverà a gennaio. Prezzi da 19.260 euro.

VW produrrà in Cina il SUV Skoda Yeti
Cronaca

VW produrrà in Cina il SUV Skoda Yeti

Dal 2013, Volkswagen avvierà in Cina la produzione del suv Skoda Yeti, che ha ottenuto in passato il massimo punteggio nel crash test EuroNCAP.