Google: il prototipo di autonomous car elettrica

Google fa un passo avanti nell'ambito dell'auto senza conducente e presenta un prototipo elettrico privo di volante, freno e acceleratore.

Google continua il suo impegno nel mondo dell'auto senza conducente e se finora si era occupata di mettere su strada alcuni prototipi adattati alla guida autonoma, ma sempre con la possibilità che il conducente umano potesse prendere il controllo in caso di bisogno, adesso va un po' più in là presentando le prime vetture che non prevedono alcun intervento da parte del guidatore. 

Il gruppo americano, che finora ha dominato pressoché incontrastato nell'ambito della tecnologia e di Internet, fa il primo passo come un vero e proprio costruttore, mostrando le immagini di alcuni prototipi elettrici "intelligenti" prodotti partendo da un progetto inedito, senza affidarsi a modelli già esistenti. 

I veicoli anticipati da Google sono delle curiose microcar a due posti dalle forme tondeggianti dotate di sistema di guida autonoma. La loro particolarità è che non è prevista la presenza dei vari organi di controllo tradizionali come sterzo, frenoacceleratore, né dello specchietto retrovisore interno, ormai superflui in quanto la conduzione del mezzo è interamente affidata alla centralina elettronica di gestione e ad un nutrito gruppo di sensori che ha il compito di monitorare l'area circostante. 

Lo scopo dichiarato dal gruppo di Mountain View è quello di garantire la sicurezza a bordo e per farlo ha deciso di affidarsi a dei sensori in grado di identificare degli oggetti in movimento provenienti da tutte le direzioni, anche a distanza di centinai di metri dalla vettura. 

La velocità massima è limitata a 40 km/h, mentre l'allestimento interno è ridotto all'osso per una precisa scelta di Google, che punta sull'essenzialità, sulla flessibilità e sul minimalismo abbinati alla sostanza, ovvero alla possibilità di andare da un punto ad un altro semplicemente premendo un pulsante dopo aver visualizzato il percorso su un apposito schermo. 

La Google car autonoma è costruita sulla base di un'architettura progettata per ridurre al minimo i danni derivanti da un eventuale impatto e ha la parte anteriore composta da schiuma comprimibile, mentre il parabrezza è flessibile e ha il compito di migliorare la protezione degli occupanti. Da Mountain View spiegano: "Fin da quando abbiamo iniziato a lavorare sul progetto Google self-driving car, il nostro obiettivo è stato quello di creare veicoli in grado di occuparsi della guida in ogni suo aspetto. Provate ad immaginare: potrete andare a pranzo durante la vostra pausa, senza trascorrere i soliti 20 minuti a cercare parcheggio. Gli anziani potranno mantenere la propria autonomia anche senza dover guidare. E la guida distratta o dopo aver bevuto? Apparterrà al passato". 

E con questo tipo di soluzioni apparterrà al passato anche il piacere di guidare, senza dimenticare poi che non è affatto scontato come affidare totalmente delle vite umane alla fallibilità di un software e di alcuni sensori sia davvero così sicuro come Google e alcuni costruttori vorrebbero far credere, soprattutto se questo sistema esclude ogni possibilità di correzione da parte di un guidatore in carne e ossa.

Intanto, che piaccia o no, il progetto dell'azienda californiana va avanti e il prossimo passaggio sarà quello di realizzare un centinaio di prototipi di questo tipo da mettere su strada per alcuni test, ma almeno in questo caso i veicoli saranno anche dotati di controlli manuali.

Se vuoi aggiornamenti su GOOGLE: IL PROTOTIPO DI AUTONOMOUS CAR ELETTRICA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 28 maggio 2014

Vedi anche

EuroNcap 2016: ecco i risultati degli ultimi crash test

EuroNcap 2016: ecco i risultati degli ultimi crash test

Massima valutazione per 4 modelli su 9; sempre più netto il divario fra vetture "di serie" e quelle dotate del "safety pack" richiesto da Ncap.

Porsche: guida autonoma ma con moderazione

Porsche: guida autonoma ma con moderazione

Anche se la tecnologia sarà sempre più presente, le auto della casa di Zuffenhausen saranno auto da guidare.

Volvo Serie 90: aggiornamenti powertrain, multimediali e di sicurezza

Volvo Serie 90: aggiornamenti powertrain, multimediali e di sicurezza

Novità per Volvo S90 e V90, XC90 e V90 Cross Country: debuttano nuove trasmissioni, sistemi di guida predittiva e infotainment.