Nokia: dai telefoni all'auto connessa

Il colosso finlandese dopo aver accantonato la divisione mobile si concentrerà sullo sviluppo delle tecnologie dedicate alle auto connesse.

Dopo aver accantonato il capitolo dei telefoni cellulari, in seguito alla cessione della divisione "mobile" al colosso Microsoft, Nokia ha deciso di cambiare il suo "core business" lanciandosi nel mercato delle "vetture intelligenti", recentemente esplorato da importanti aziende del calibro di Google, Apple e Tesla.

L'amministratore delegato di Nokia, Rajeev Suri, recentemente nominato alla guida dell'azienda finalndese ha annunciato un investimento di ben 100 milioni di dollari che verrà gestito dal fondo Nokia Growth Partners (Ngp) che lavorerà con la Here, divisione della Nokia specializzata nei servizi di geocalizzazioni. L'obiettivo della Nokia sarà quello di sviluppare nuove ed avanzatissime tecnologie dedicate alle "automobili connesse", ovvero quelle automobili dotate di sofisticate tecnologie capaci di sfruttare le quasi infinite possibilità della rete internet. Il colosso nordeuropeo. Ngp e Here avranno il compito di selezionare le aziende interessate allo sviluppo di tecnologie innovative per auto intelligenti, in modo da supportarle nella realizzazione di inedite e futuristiche soluzione tecnologiche dedicate alle auto connesse.

Come anticipato in precedenza, quello delle auto cosiddette auto "connesse" è un business molto promettente e in pieno sviluppo, come dimostrano i recenti progetti sviluppati da Google, impegnata nella realizzazione di auto senza pilota, o quelli della Apple, creatore del nuovo sistema multimediale "CarPlay", utilizzato da Ferrari e Volvo.

Se vuoi aggiornamenti su NOKIA: DAI TELEFONI ALL'AUTO CONNESSA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 05 maggio 2014

Vedi anche

Volkswagen: le soluzioni ecologiche al Vienna Motor Symposium

Volkswagen: le soluzioni ecologiche al Vienna Motor Symposium

La "Together Strategy 2025" richiede impegno sempre maggiore verso la mobilità green: riflettori puntati sull’elettrico, microibrido e benzina-metano.

Sicurezza attiva: Mercedes userà i raggi X nei crash test

Sicurezza attiva: Mercedes userà i raggi X nei crash test

Obiettivo: studiare la resistenza dei componenti del veicolo e la reale efficacia dei dispositivi di sicurezza attiva.

Suzuki: la Casa giapponese alla conquista della luna

Suzuki: la Casa giapponese alla conquista della luna

Suzuki realizzerà un robot in grado di esplorare la superficie della luna nell’ambito dell’iniziativa Google Lunar XPRIZE.