Ford, l’auto guida da sola e fa il check-up medico

Il futuristico prototipo realizzato da Ford individua improvvisi problemi cardiaci del guidatore, avvisando in tempo reale l’ospedale più vicino.

Ford, l’auto guida da sola e fa il check-up medico

di Francesco Donnici

10 ottobre 2013

Il futuristico prototipo realizzato da Ford individua improvvisi problemi cardiaci del guidatore, avvisando in tempo reale l’ospedale più vicino.

In questi ultimi anni, la tecnologia applicata al mondo dell’auto ha fatto passi da gigante, non solo sulle vetture appartenenti a marchi premium, ma anche per quanto riguarda i costruttori  generalisti, come dimostrano gli ultimi futuristici dispositivi applicati su alcuni prototipi firmati Ford.

La Casa dell’ovale blu ha infatti presentato una speciale Ford S-max Concept equipaggiata con una serie di dispositivi tecnologici, tra cui un sistema in grado di effettuare manovre di parcheggio in modo totalmente automatico e senza l’ausilio del guidatore. Addirittura, quest’ultimo risulta in grado di effettuare la manovra anche all’esterno dell’abitacolo premendo un semplice pulsante sul  telecomando della vettura. Durante la guida, l’auto risulta capace di evitare anche gli ostacoli, grazie alla presenza del sistema chiamato Obstacle Avoidance, capace di attivarsi da solo quando si verificano rallentamenti repentini dei veicoli che ci precedono o se un pedone si posiziona davanti alla vettura. In questi due casi, l’auto frena, rallenta o sterza a seconda della situazione, evitando così un impatto imminente.

La vettura è inoltre equipaggiata con l’ultima evoluzione del dispositivo di infotainment Ford SYNC con MyFord Touch: questo impianto multimediale oltre a fornire connessione internet wi-fi e un sofisticato sistema di comandi vocali in grado di dialogare con il proprio smartphone, permette di usufruire di una serie di servizi paragonabili a quelli di una “clinica mobile“. Grazie ad alcuni sensori collegati al Ford SYNC, la vettura è in grado di monitorare il battito cardiaco e i livelli di glucosio del guidatore, segnalando un’eventuale anomalia. Come se non bastasse, in caso di emergenza la vettura sarebbe in grado di contattare la struttura ospedaliera più vicina, in modo da gestire un’improvvisa emergenza nel modo più rapido possibile.