BMW: un sistema che ferma la vettura se il conducente ha un malore

Con l'”Emergency Stop Assistant” i sensori che monitorano la guida “sentono” se chi guida ha un malore e portano la vettura a bordo strada

BMW: un sistema che ferma la vettura se il conducente ha un malore

Tutto su: BMW

di Francesco Giorgi

06 luglio 2009

Con l'”Emergency Stop Assistant” i sensori che monitorano la guida “sentono” se chi guida ha un malore e portano la vettura a bordo strada

.

Si chiama “Smart Senior-Servizi intelligenti per servizi anziani”, ed è un progetto di ricerca lanciato dal Ministero Federale tedesco dell’Istruzione e della Ricerca che ha come obiettivo una resa più sicura e “facile” della vita delle persone in età avanzata.

Fra gli aspetti interessati dall’iniziativa del Governo tedesco, anche lo studio di sistemi di riconoscimento di situazioni di emergenza e di conseguente assistenza per far sentire i “senior” più sicuri anche sulla strada. In questo contesto, si applica il Sistema di Assistenza alla frenata d’emergenza “Emergency Stop Assistant”, studiato dalla BMW.

Con questo sistema, che secondo i tecnici del Settore di Ricerca e Tecnologia della Casa bavarese è stato studiato per ottimizzare la sicurezza su strada in caso di una emergenza medica, una funzione di “guida autonoma” viene attivata in tempo reale quando un gruppo di sensori, sistemati nell’abitacolo e negli organi di guida, rilevano che nel conducente è in atto un problema di salute di una certa gravità.

Quando si registra un calo nelle capacità della guida causato da un malore, il sistema “Emergency Stop Assistant” attiva le “quattro frecce” d’emergenza e, con una fermata d’emergenza controllata, sposta con cura l’auto verso il margine esterno della strada, per poi fermare la vettura. Contestualmente, viene inoltrata una chiamata d’urgenza che contiene tutti i dati necessari per attivare l’assistenza medica in relazione al traffico.

L’Emergency Stop Assistant si basa, oltre che sull’installazione nella vettura di sensori che, in relazione agli impulsi di guida che vengono trasmessi, lo stato di salute del conducente, anche sulle funzioni di assistenza esistenti nell’ambito del BMW ConnectedDrive (ricordiamo che, dal 2007, la “chiamata di emergenza BMW” possiede informazioni sull’incidente nel quale è stato coinvolto il veicolo).

Attualmente, il Sistema “Emergency Stop Assistant” è allo stadio di prototipo; una serie di installazioni sono allo studio inizialmente per l’utilizzo su delle autostrade e strade extraurbane che presentano caratteristiche omogenee fra loro.