Protean Electric: il motore elettrico nei mozzi ruota

Il brevetto di un motore elettrico integrato nei mozzi ruota di Protean Electric continua a riscuotere consensi presso stampa e critica.

Il motore elettrico integrato all'interno delle ruote è stato nominato come una delle più interessanti tecnologie per il 2013. A scegliere la soluzione messa a punto da Protean Electric è stata la rivista Car and Driver, che ha giustificato la scelta asserendo di vedere un grande potenziale in questa tecnologia.

Il sistema di Protean Electric prevede dei motori elettrici di dimensioni compatte installati direttamente nei mozzi ruota, in modo da distribuire al meglio il peso all'interno della vettura e guadagnando spazio rispetto a un modello con propulsore termico.

Secondo alcuni addetti ai lavori, questa soluzione consente di migliorare anche le prestazioni, ma a beneficiarne in particolare sono i consumi. Protean sottolinea infatti che la sua tecnologia consente di risparmiare fino al 30% di carica rispetto a una soluzione tradizionale, oltre a migliorare l'efficienza del sistema di frenata rigenerativa, arrivando a recuperare fino all'85% dell'energia cinetica generata per convertirla poi in energia elettrica.

Protean assicura poi che il suo sistema è in grado di assicurare fino a 100 kW per ogni ruota ed è installabile anche su modelli già in produzione, come dimostrato da alcuni prototipi funzionanti messi a punto dai tecnici a scopo dimostrativo.

Sembra quindi che ci siano tutte le premesse per un'invenzione in grado di far fare un passo avanti alla motorizzazione ibrida ed elettrica, anche se i costruttori sembrano essere ancora un po' scettici riguardo a questa novità, tanto che nei modelli in arrivo prossimamente non si segnala l'adozione di simili soluzioni tecniche al posto di altre più tradizionali.

Se vuoi aggiornamenti su PROTEAN ELECTRIC: IL MOTORE ELETTRICO NEI MOZZI RUOTA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 10 dicembre 2012

Vedi anche

Sicurezza attiva: Mercedes userà i raggi X nei crash test

Sicurezza attiva: Mercedes userà i raggi X nei crash test

Obiettivo: studiare la resistenza dei componenti del veicolo e la reale efficacia dei dispositivi di sicurezza attiva.

Suzuki: la Casa giapponese alla conquista della luna

Suzuki: la Casa giapponese alla conquista della luna

Suzuki realizzerà un robot in grado di esplorare la superficie della luna nell’ambito dell’iniziativa Google Lunar XPRIZE.

Salone di Shanghai: Bosch svela un progetto di guida autonoma

Salone di Shanghai: Bosch svela un progetto di guida autonoma

Programma sviluppato col big player Internet cinese Baidu; illustrata anche una vision Bosch di mobilità futura senza stress, incidenti ed emissioni.