Volvo: la guida semi-autonoma arriva nel 2014

L’automobile del futuro potrebbe essere semi-autonoma: è il progetto a cui sta lavorando Volvo, che conta di perfezionare il sistema entro il 2014.

Volvo: la guida semi-autonoma arriva nel 2014

Tutto su: Volvo

di Giuseppe Cutrone

06 dicembre 2012

L’automobile del futuro potrebbe essere semi-autonoma: è il progetto a cui sta lavorando Volvo, che conta di perfezionare il sistema entro il 2014.

Se il futuro dell’automobile è quella di essere autonoma Volvo vuole essere presente. La casa svedese, infatti, sta lavorando insieme a un consorzio europeo al progetto SARTRE (SAfe Road TRains for the Environment) per un proprio veicolo semi-autonomo, il cui arrivo sulle strade non dovrebbe avvenire oltre un paio d’anni.

Il piano di Volvo è quello di implementare sui propri modelli un sistema elettronico in grado di prendere il controllo della vettura quando si procede accodati a un altro veicolo, seguendolo alla corretta distanza di sicurezza e senza uscire dalla traiettoria fino a una velocità massima di 50 km/h.

Secondo Peter Mertens, vicepresidente senior per la ricerca e lo sviluppo, il sistema renderà la guida più rilassata, evitando al guidatore una delle fasi tra le più noiose dell’esperienza al volante, ovvero lo stare incolonnati in mezzo al traffico con l’unico obiettivo di seguire chi ci precede ed evitare ogni tipo di collisione con i veicoli nelle vicinanze.

La tecnologia di guida semi-autonoma di Volvo si presenta come una sorta di evoluzione di sistemi come il controllo di crociera adattativo e il lane keeping assist (il sistema che mantiene il veicolo nella corretta corsia) e si presta bene alla guida in ambito urbano.

Volvo mira chiaramente ad offrire un adeguato livello di sicurezza, lasciando al conducente la facoltà di prendere il controllo del mezzo accelerando, frenando o sterzando in ogni momento.