Jaguar Land Rover: partono i test per il sistema anti-buche

La Casa inglese sta testando un sofisticato dispositivo capace di rilevare le asperità della strada e di modificare l’assetto del veicolo.

Range Rover Evoque 5 porte nuove immagini

Altre foto »

Sarà capitato a tutti almeno una volta nella vita di subire danni più o meno rilevanti al proprio veicolo per colpa delle cattive condizioni del manto stradale, come ad esempio una foratura dello pneumatico, oppure un problema alle sospensioni, ai braccetti e quant'altro. Ora però, in aiuto degli automobilisti che quotidianamente lottano contro le pessime condizioni in cui versano le nostre strade arriva il Gruppo Jaguar Land Rover che sta sviluppando uno speciale sistema elettronico in grado di rilevare la la posizione e la pericolosità di buche, tombini mal chiusi ed altre irregolarità, regolando le sospensioni in modo adeguato in un tempo di millesimi di secondo.

Battezzato "Pothole Alert", questo nuovo dispositivo è stato installato su alcune Range Rover Evoque equipaggiate da sospensioni MageRide per testarne le effettive capacità. Grazie all'uso di speciali sensori, il dispositivo permette di tracciare la superficie stradale sotto le ruote, rilevando buche, tombini sporgenti o danneggiati e molto altro ancora. In questo modo la vettura può regolare l'altezza delle sospensioni senza soluzione di continuità in modo da migliorare il comfort offerto ai passeggeri sulle strade dissestate. Oltre a questo vantaggio, il sistema permetterà anche di registrare i dati raccolti sulle condizioni delle varie strade, condividendoli con altri utenti tramite l'uso del Cloud e avvertendoli della presenza di buche o ostacoli pericolosi posizionati sul tragitto. I dati potranno essere condivisi anche con le autorità preposte alla manutenzione stradale, in modo da permette interventi rapidi ed efficaci.

La prossima tappa del progetto, portato avanti dall'Advanced Research Centre di Jaguar Land Rover, prevedrà l'adozione sull'Evoque utilizzata nei test di un sistema evoluto, capace di rilevare la superficie stradale, tramite l'utilizzo di una sofisticata telecamera stereo rivolta in avanti. Lo scopo è quello di riuscire a realizzare un sistema elettronico in grado di evitare le buche in modo totalmente automatico, in modo da evitare i cambi di corsia repentini, spesso causa di pericolosi incidenti. Con il nuovo dispositivo, la vettura sarebbe capace di individuare la buca e in modo automatico rallentare  o addirittura arrestare la vettura per minimizzare l'impatto. Ovviamente questa funzione andrebbe ad arricchire il progetto di guida autonoma portato avanti dalla Casa inglese.

Se vuoi aggiornamenti su LAND ROVER inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 11 giugno 2015

Altro su Land Rover

Range Rover London Edition e Manhattan Edition by Overfinch
Tuning

Range Rover London Edition e Manhattan Edition by Overfinch

Una incredibile mole di lavoro e di scelta dei materiali che, secondo Overfinch, giustifica il prezzo: 250.000 sterline. Più della Bentayga.

Land Rover Discovery: première al Salone di Parigi 2016
Anteprime

Land Rover Discovery: première al Salone di Parigi 2016

Modello di primo piano nella gamma di Solihull, la rinnovata Discovery si svela in queste ore. Novità: il controllo dei sedili da remoto con una App.

Land Rover Discovery 2017: arriva al Salone di Parigi
Anteprime

Land Rover Discovery 2017: arriva al Salone di Parigi

Livrea camuflage realizzata dai bambini per anticipare la nuova Discovery.