Infiniti-Nissan lancia lo sterzo "by wire"

Entro un anno la nuova tecnologia sviluppata dal Gruppo giapponese verrà utilizzata su alcuni modelli della gamma Infiniti.

Infiniti Emerg-E Concept

Altre foto »

La "mano invisibile" dell'elettronica viene utilizzata sempre di più sulle vetture moderne per migliorarne l'utilizzo, ma soprattutto per aumentare la sicurezza dei suoi passeggeri. L'ultima novità tecnologica dedicata a questo scopo arriva dal Giappone e più esattamente dai laboratori del Gruppo Nissan - Infiniti, dove è stato sviluppato il primo sistema di sterzo capace di controllare in modo indipendente l'angolo di sterzata e gli input del volante.

Il tradizionale sistema dello sterzo trasferisce il comando di direzione alle gomme tramite un collegamento meccanico, mentre la nuova tecnologia di prossima generazione sviluppata dal Costruttore nipponico "traduce" le intenzioni del guidatore grazie ai movimenti effettuati sul volante e li trasmette alle ruote tramite dei segnali elettronici. Il risultato si traduce in una trasmissione degli input molto più rapida rispetto ai tradizionali sistemi meccanici, offrendo di conseguenza una sensibilità e una prontezza di risposta sconosciuta fino a questo momento.

Durante la guida, il sistema riesce ad isolare la vettura dai disturbi generati dal fondo stradale, restituendo al conducente soltanto le sensazioni necessarie per gestire al meglio la guida del mezzo. Immaginiamo di guidare su una strada con lievi asperità: con il nuovo sistema non sarà necessario stringere con forza il volante, intervenendo in modo continuo per correggere la traiettoria, perché il controllo della direzione sarà più semplice e meno impegnativo.

Insieme al nuovo sistema sterzante, la Casa giapponese   ha realizzato un inedito dispositivo di stabilità che utilizza una  telecamera  per offrire  un ulteriore precisione direzionale. L'occhio elettronico apporta piccole correzioni all'angolo di sterzata in modo che l'auto segua perfettamente la corsia di marcia. Se la direzione dell'auto cambia in modo repentino a causa delle asperità del manto stradale o del forte vento, il dispositivo  interviene in modo automatico ed immediato, riducendo al minimo gli interventi del guidatore sul volante, che al lungo andare possono incidere sulla sicurezza e sul comfort offerti dalla vettura.

L'affidabilità di questo sistema elettronico sarà assicurata dall'utilizzo di varie centraline elettroniche ECU. Se una di queste unità dovesse andare in avaria, ne entrerebbe in funzione un'altra immediatamente. Se si verificasse una situazione di emergenza estrema - come ad esempio la mancanza di alimentazione - la frizione di backup collegherebbe meccanicamente il volante alle ruote, garantendo la massima sicurezza durante la marcia.

Questa innovativa  tecnologia farà il suo debutto su alcuni modelli infiniti già entro i prossimi 12 mesi, pe rpoi approdare anche ai modelli meno costosi della Gamma Nissan.

Se vuoi aggiornamenti su INFINITI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 18 ottobre 2012

Altro su Infiniti

Infiniti Q60 Neiman Marcus: l’edizione speciale per il nuovo catalogo
Ultimi arrivi

Infiniti Q60 Neiman Marcus: l’edizione speciale per il nuovo catalogo

La nota catena di distribuzione di lusso presenta nel suo catalogo natalizio un’esclusiva versione speciale della coupé giapponese.

Infiniti: i prezzi della nuova Q50
Ultimi arrivi

Infiniti: i prezzi della nuova Q50

Infiniti comunica i prezzi della nuova Q50: si parte dai 38.950 euro della 2.2d.

Infiniti VC-T: il primo motore a rapporto variabile di compressione
Tecnica

Infiniti VC-T: il primo motore a rapporto variabile di compressione

Annunciato come un sistema alternativo ai dispositivi di disattivazione dei cilindri, dal Salone di Parigi in poi ha stupito gli addeti ai lavori.