DS: in arrivo nuove sospensioni... elettromagnetiche?

Secondo alcune indiscrezioni, c'è un rivoluzionario sistema di sospensioni, messo a punto da Bose, per le future DS: lo vedremo già nella "DS8"?

Mentre il mondo dell'auto celebra i sessant'anni dalla presentazione della iconica DS, sul taccuino dei tecnici Citroen c'è la possibilità di completare lo sviluppo di una futura erede di Citroen C6: una vettura di "segmento medio" che andrebbe a colmare il vuoto lasciato tre anni fa dal fine produzione di C6. Se ne parla da qualche giorno attraverso alcune indiscrezioni che circolano sul Web, insieme al possibile nome che sarebbe scelto per il nuovo modello, cioè "DS8", il che indicherebbe una precisa strategia Psa rivolta allo sviluppo dell'immagine del marchio DS. Per la inedita vettura, che arriverebbe nel 2018 e da allestire sulla piattaforma modulare Emp2 (Efficient Modular Platform 2) studiata per i modelli di classe medio - alta di Peugeot - Citroen, ci si attende anche una versione ibrida plug-in.

Tuttavia, questa non è l'unica novità della quale si occupano alcuni rumors del Web a proposito del futuro a breve-medio termine per Citroen e DS. In queste ore, prende piede l'indicazione di una nuovissima tecnologia che potrà equipaggiare i futuri modelli del marchio francese "costola" in chiave luxury e hi-tech di Citroen, e che in un contesto storico può riallacciarsi alla rivoluzione delle sospensioni oleopneumatiche ad olio e azoto inventate da Paul Magés e che sessant'anni fa rappresentarono uno degli atout per Citroen DS e per lungo tempo hanno giocato un ruolo da cavallo di battaglia tecnologico per il marchio del Double Chevron. Si tratta di un inedito sistema di sospensioni elettromagnetiche, ideato dall'americana Bose, che DS Automobiles potrebbe adottare sui propri modelli futuri.

L'inedito sistema di sospensioni - che porta il nome "Bose Suspension System" - non rappresenta una novità in senso assoluto: lo sviluppo parte piuttosto da lontano essendo stato avviato nel 1980. La novità di rilievo sta nel fatto che questo progetto, esistente "sulla carta", non è mai stato adottato a bordo di alcun autoveicolo, anche per via di una articolata fase di sviluppo che ha richiesto lunghi anni di messa a punto del rivoluzionario sistema.

Tecnicamente, e in estrema sintesi, il sistema di sospensioni elettromagnetiche "Bose Suspension System" comprende una serie di algoritmi di controllo, motori elettromagnetici lineari (composti da magneti e bobine) e amplificatori di potenza. Ciascuno dei motori elettromagnetici viene montato su ogni ruota dell'autoveicolo. Il lavoro di compressione ed estensione delle sospensioni avviene grazie alla corrente che viene trasmessa alle bobine attraverso un amplificatore di potenza, di tipo rigenerativo (la corrente, cioè, può essere indirizzata dal motore verso il sistema di sospensioni e viceversa). In termini pratici, quando l'auto incontra un avvallamento della strada o una buca la corrente fluisce dal motore verso le sospensioni; successivamente, lo stesso motore assolve il ruolo di generatore di corrente, per fornirne all'amplificatore di potenza. Tutto questo viene gestito da un complesso schema di algoritmi di calcolo, che hanno il compito di elaborare ogni segnale che viene inviato dai sensori di bordo. Si tratterà di un ritorno per Citroen (e DS in particolare) verso l'eccellenza nelle tecnologie di assetto che per molti anni ha contraddistinto il marchio del Double Chevron?

In questo senso, da Psa - come da Bose - non è arrivata alcuna conferma, mentre "voci di corridoio" captate dal Web indicano che i vertici DS Automobiles sono orientati a fare del marchio un portabandiera nelle nuove tecnologie di sospensioni: gli elementi per ipotizzare, in un futuro a medio termine, l'adozione delle sospensioni elettromagnetiche Bose a bordo delle ammiraglie DS che verranno, ci sono. Staremo a vedere.

Se vuoi aggiornamenti su DS inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 28 maggio 2015

Altro su DS

DS al Salone di Parigi 2016, svelate tutte le novità
Anteprime

DS al Salone di Parigi 2016, svelate tutte le novità

Lo stand del marchio DS presente alla kermesse parigina racchiuderà i valori e lo spirito del marchio premium d’oltralpe.

DS Performance Line: uno stile da Gran Turismo
Anteprime

DS Performance Line: uno stile da Gran Turismo

Disponibile su quattro modelli della gamma DS, questa linea coniuga un'anima da Gran Turismo, raffinatezza di stile e tecnologia.

DS3 Performance: prezzi da 27.150 euro
Ultimi arrivi

DS3 Performance: prezzi da 27.150 euro

Eleganza sportiva con 208 CV per la versione Performance della DS3.