Magneti Marelli: l’eccellenza italiana a Ginevra

L’italiana Magneti Marelli ha fornito componenti per numerosi modelli presentati a Ginevra, dalle utilitarie alla nuova Ferrari F12berlinetta.

Magneti Marelli: l'eccellenza italiana a Ginevra

di Andrea Tomelleri

10 marzo 2012

L’italiana Magneti Marelli ha fornito componenti per numerosi modelli presentati a Ginevra, dalle utilitarie alla nuova Ferrari F12berlinetta.

Tra gli stand del Salone di Ginevra 2012 non solo modelli nuovi, ma anche tanta tecnologia del presente e del futuro. A fare da portabandiera dell’eccellenza italiana è stata Magneti Marelli che ha fornito componenti per numerosi modelli, da quelli generalisti a quelli più esclusivi.

Una presenza trasversale, dunque, che parte dal segmento B. Per la nuova Peugeot 208 l’azienda italiana ha infatti realizzato l’inedito sistema multimediale di bordo e i corpi farfallati per la nuova generazione di motori benzina 3 cilindri 1.0 VTi e 1.2 VTi. 

Sulla nuova Fiat 500L il contributo di Magneti Marelli è presente nei sistemi di illuminazione, nel sistema di scarico, nei componenti delle sospensioni, nei paraurti e nel cambio robotizzato Freechoice. Non ultime le centraline elettroniche delle motorizzazioni 1.3 MultiJet II e 0.9 TwinAir Turbo. 

In casa Citroen, il nuovo crossover C4 Aircross monta i proiettori alogeni o allo Xenon con AFS (Adaptive Frontlighting System) e un sistema multimediale di intrattenimento di bordo con connettività USB e Bluetooth, entrambi prodotti da Magneti Marelli. 

Salendo di categoria, troviamo la tecnologia italiana anche sulla teutonica Audi A4 (a Ginevra è stata presentata la versione sportiva RS4 Avant) che utilizza proiettori alogeni o allo Xenon con AFS e fanali posteriori a LED.

Passando alle supercar, l’azienda milanese realizza numerosi componenti ad alta tecnologia per la Ferrari F12berlinetta, quali il quadro strumenti multifunzione con display TFT, i fanali posteriori a LED e la sofisticata centralina elettronica che gestisce il sistema Active Brake Cooling (ossia le paratie di raffreddamento delle prese d’aria dei freni che si aprono quando richiesto in funzione delle temperature). 

Non manca la presenza sulle concept car: Magneti Marelli produce insieme a Pininfarina il sistema di trazione della nuova Cambiano, spinta da quattro motori elettrici uno per ogni ruota.