Ford: nuovi motori e cambi per la Cina

Ford lancerà in Cina entro quattro anni 15 modelli, 20 nuovi motori e diverse cambi inediti, che saranno realizzati in 2 nuovi stabilimenti.

Ford: nuovi motori e cambi per la Cina

di Giuseppe Cutrone

22 novembre 2011

Ford lancerà in Cina entro quattro anni 15 modelli, 20 nuovi motori e diverse cambi inediti, che saranno realizzati in 2 nuovi stabilimenti.

I piani di Ford in Cina per i prossimi anni sono alquanto ambiziosi e vedono la casa di Detroit protagonista non solamente per quanto riguarda il lancio di nuovi modelli, ma anche per un generale rinnovamento della propria offerta motoristica.

Infatti, il gruppo americano ha già dichiarato di voler lanciare ben quindici nuove vetture sul mercato cinese entro il 2015, confermando come i piani prevedano una serie di novità che renderanno necessaria la creazione di una gamma di propulsori articolata e in grado di accontentare tutti i segmenti del mercato. Si parla per questo motivo dell’arrivo, sempre entro i prossimi quattro anni, di almeno venti nuovi motori e di diverse trasmissioni ad essi dedicate.

L’obiettivo di Ford parte dalla costruzione di due stabilimenti in Cina con una capacità iniziale di circa 400.000 unità all’anno a testa. Di questi due nuovi impianti uno sarà dedicato all’assemblaggio dei nuovi propulsori e l’altro sarà destinato al montaggio dei nuovi cambi.

Per quanto riguarda i motori, si sa per certo che saranno utilizzate le più moderne tecnologie, aspetto, questo, che comporterà l’impiego di sistemi di iniezione diretta, della sovralimentazione e del doppio albero a camme a fasatura variabile Ti-VCT.

Ford ha spiegato inoltre come i nuovi propulsori saranno efficienti, oltre ad essere in grado di assicurare un notevole risparmio dal punto di vista dei consumi e un abbattimento delle emissioni di CO2 di quasi il 20% rispetto ai motori di precedente generazione. Tra le novità che vedranno la luce in Cina ci sarà anche l’interessante 1.0 EcoBoost, che ben si presta, a quanto sembra, alle caratteristiche di molti dei modelli destinato al promettente mercato cinese.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...