Il parcheggio? Con l'iPhone è telecomandato

Una nuova applicazione permetterà di posteggiare l'auto senza restare a bordo: lo smartphone dialogherà infatti con il software del mezzo.

Il sogno di molti automobilisti si sta per avverare: posteggiare l'auto in un luogo stretto e con poca visibilità senza toccare il volante o faticare per controllare gli angoli "ciechi".

A venire in soccorso dei meno abili nelle manovre è venuta in soccorso la tecnologia e l'applicazione "ParkU remote", disponibile sugli iPhone grazie all'azienda francese Valeo che l'ha sviluppata e lanciata: il proprio smartphone, infatti, con un tocco sullo schermo si interfaccerà col computer di bordo e calcolerà al millimetro lo spazio a disposizione avvertendo il conducente.

Questi potrà anche scendere dall'auto e godersi lo spettacolo dell'auto che si posteggia da sola dopo averle dato il "via libera" tramite il suo prezioso smartphone.

In sostanza, sarà il computer dell'auto - dialogando con l'iPhone - che interverrà su freno, acceleratore e volante. Coloro che già pensano che sia finita la fatica di posteggiare dovranno però attendere: questa applicazione, infatti, sarà disponibile al pubblico solo tra qualche anno.

Se vuoi aggiornamenti su IL PARCHEGGIO? CON L'IPHONE È TELECOMANDATO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 21 settembre 2011

Vedi anche

Seat: tutti i numeri dietro la realizzazione di un’auto

Seat: tutti i numeri dietro la realizzazione di un’auto

Per capire cosa si nasconde dietro la realizzazione di un nuovo modello scopriamo tutti i segreti dello stabilimento Seat di Martorell.

Audi, Nvidia e Mobileye: intelligenza artificiale per la guida autonoma

Audi, Nvidia e Mobileye: intelligenza artificiale per la guida autonoma

Audi in collaborazione con i partner NVIDIA e Mobileye prosegue il suo sviluppo relativo all’intelligenza artificiale applicata alla guida autonoma.

Il Gruppo PSA studia la connessione 5G

Il Gruppo PSA studia la connessione 5G

Siglato un accordo di collaborazione con Ericsson ed Orange per un nuovo progetto.