Brilliance A3: clone cinese della BMW X1

Brilliance A3 è un SUV cinese praticamente identico alla Bmw X1, ma con interni cinesi e motori Mitsubishi.

BMW X1

Altre foto »

Prendere un prodotto di successo e copiarlo. E' questa la strategia che i cinesi hanno adottato negli ultimi anni. Una strategia che spesso è sfociata in controversie legali con i costruttori europei, ma che nel caso della Brilliance A3, copia quasi perfetta della Bmw X1, pare essere "autorizzata". O comunque tollerata.

La casa tedesca, infatti, ha una partnership con la Brilliance Automotive, società cinese quotata in Borsa e specializzata in automotive con circa mezzo milione di unità vendute ogni anno. 

Le somiglianze con il prodotto europeo si limitano comunque agli esterni. La Brilliance A3 avrà interni completamente diversi dalla progenitrice tedesca e monterà motori Mitsubishi.

L'obiettivo è quello di soddisfare le richieste del mercato con gli occhi a mandorla, proseguendo in un'intesa iniziata nel 2003 con l'obiettivo di realizzare alcuni modelli da destinare in Cina dove, dal prossimo anno, inizieranno a uscire dalla catena di montaggio dei veicoli molto simili alle BMW Serie 3 e Serie 5 e destinate alla nuova borghesia cinese, attratti da tutto ciò che è europeo. O almeno sembra tale.

Se vuoi aggiornamenti su BRILLIANCE A3: CLONE CINESE DELLA BMW X1 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 28 marzo 2011

Vedi anche

Alfa Romeo Giulietta 2019: foto spia del prototipo

Alfa Romeo Giulietta 2019: foto spia del prototipo

Un prototipo della futura generazione dell’Alfa Romeo Giulietta è stato immortalato durante alcuni test su strada.

Alfa Romeo Giulietta restyling 2016: prime immagini dal web

Alfa Romeo Giulietta restyling 2016: prime immagini dal web

Il debutto ufficiale dell’Alfa Romeo Giulietta restyling è stato anticipato da alcune immagini "rubate" che circolano in queste ore sul web.

Nuova Alfa Romeo Giulia, test su strada

Nuova Alfa Romeo Giulia, test su strada

Nuove foto spia della berlinetta del Biscione, attesa sul mercato e in ritardo rispetto a quanto annunciato da Sergio Marchionne.