Car Sharing Eni enjoy: la nostra prova

Al volante di una Fiat 500 abbiamo provato il servizio car sharing Eni enjoy lungo le strade di Milano.

Car Sharing Eni enjoy: la nostra prova

Altre foto »

Il nuovo servizio di Car Sharing enjoy by Eni è partito alla massima velocità totalizzando oltre 26.000 iscrizioni nel primo mese di vita. Per valutare le reali potenzialità di enjoy abbiamo preso un treno Frecciarossa (Trenitalia è main partner dell'iniziativa) con destinazione Stazione Centrale di Milano, per provare una delle oltre 300 Fiat 500 (a breve arriveranno a 600 vetture tra Fiat 500 e Fiat 500L) sparse per il capoluogo lombardo.

enjoy, l'auto si apre con una App

La nostra prova del servizio enjoy è iniziata mentre eravamo ancora a bordo del Frecciarossa. Tramite l'applicazione scaricata in precedenza sul nostro smartphone (applicazione disponibile al momento per IOS e Android) abbiamo individuato e prenotato gratuitamente la vettura più vicina alla Stazione Centrale. Appena scesi dal treno e usciti dalla stazione l'app mostra il percorso più rapido per raggiungere l'auto prenotata. Una volta arrivati accanto alla Fiat 500 scelta aprire le portiere è stato semplicissimo. Con enjoy non serve nessuna tessera ma basta cliccare l'apposito tasto sul telefono per sbloccare la serratura della 500. Se non avete uno smartphone non preoccupatevi: basterà chiamare il numero verde 800.900.700 per cercare la vettura più comoda o accedere all'auto individuata tramite codice sul parabrezza e spie luminose che indicano lo stato tra "in uso", "prenotata" e "disponibile".  Dall'apertura delle portiere si ha un minuto gratuito, necessario per inserire il proprio pin, valutare le condizioni di pulizia della vettura e nel caso impostare il navigatore satellitare presente di serie su tutte le vetture.

enjoy, accesso Area C e parcheggio gratis

Una volta saliti a bordo della Fiat 500 enjoy troviamo le chiavi nel portaoggetti tra i due sedili e apprezziamo la mini guida a bordo, ideale per chi come noi è al primo utilizzo. Giriamo la chiave e siamo pronti a testare la 500 tra le vie di Milano. La motorizzazione 1.2 benzina da 69 cavalli si dimostra briosa e adatta al traffico cittadino; promosse anche le sospensioni in grado di filtrare il pavè meneghino. Arriviamo davanti al cartello che segnala l'Area C ma proseguiamo il nostro viaggio senza problemi; la Fiat 500 enjoy può infatti accedere alla zona a traffico limitato senza dover pagare ticket supplementari. Dopo essere passati davanti al Teatro alla Scala di Milano decidiamo di fermarci per prendere un caffè ma l'unico parcheggio disponibile è nelle strisce gialle riservate ai residenti. Se fossimo stati a bordo della nostra auto avremmo dovuto cercare un'altra sistemazione, invece con la 500 enjoy parcheggiamo senza problemi. Le auto messe a disposizione da Eni possono essere parcheggiate gratuitamente nelle strisce blu e gialle e nei parcheggi riservati enjoy. Spegniamo la vettura e sul monitor di bordo possiamo cliccare tra l'opzione Sosta o Termina il noleggio. Scegliamo la prima possibilità: in questo modo il costo si riduce a 10 centesimi al minuto - contro i 25 di quando si utilizza la vettura - e possiamo continuare ad utilizzare la vettura. Dopo aver girato tutto il centro di Milano ed essere arrivati ai confini della città per testare a 360 gradi il servizio, torniamo verso la Stazione Centrale, parcheggiamo e chiudiamo il noleggio tramite lo schermo touchscreen: il sistema ci indica la durata del servizio, i chilometri effettuati e ci ricorda di lasciare le chiavi nell'apposito alloggiamento. Una volta usciti dalla vettura aspettate qualche secondo per avere la certezza che il noleggio sia terminato, leggendo "disponibile" sulla spia visibile dal parabrezza.   

enjoy, il nostro parere

Nell'attesa del treno che ci riporterà a casa abbiamo il tempo di dare un giudizio approfondito al servizio Car Sharing enjoy proposto da Eni. Fin dal momento dell'iscrizione abbiamo apprezzato la facilità d'uso e la possibilità di noleggiare una vettura senza dover perder tempo per ritirare tessere o firmare moduli. Avevo qualche dubbio sull'apertura delle portiere tramite smartphone e invece mi sono dovuto ricredere: l'applicazione è molto rapida e sincronizzata perfettamente con la vettura; abbiamo anche fatto una prova di prenotazione e "apertura vettura" tramite numero verde e anche in questo caso il risultato è stato più che soddisfacente. La possibilità di noleggiare una vettura a quatto posti (che salgono a 5 nel caso della 500L) rendono enjoy il servizio ideale in caso di uscite con amici o con la famiglia al seguito. Difetti? Il fattore parcheggio mi preoccupava ma in caso di necessità ho sempre trovato posto per la 500 enjoy.

enjoy, quanto costa

Quanto ci è costato il nostro tour milanese a bordo di eEnjoy? Molto meno se confrontato al prezzo di un taxi o di altri servizi di car sharing. enjoy ha un costo di 25 centesimi al minuto tutto compreso (parcheggi su strisce bianche, gialle e blu, carburante, ingressi  nell'Area C) che calano a 10 centesimi quando la vettura è in sosta. Se decidete di tenere la vettura 24 ore consecutive spenderete al massimo 60 euro, con 50 chilometri compresi (superati i quali si pagherà 25 centesimi in più per ogni chilometro percorso).

Se vuoi aggiornamenti su CAR SHARING ENI ENJOY: LA NOSTRA PROVA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Vedi anche

Citroen C-Zero: la prova su strada

Citroen C-Zero: la prova su strada

Compatta e agile nel traffico, è perfetta per la città e i viaggia comodi in quattro adulti. L’autonomia non supera i 100 km.

Renault Kadjar HYPNOTIC 110 CV EDC: la prova su strada

Renault Kadjar HYPNOTIC 110 CV EDC: la prova su strada

L' allestimento speciale la rende ancora più originale nel design, ma ciò che colpisce è la sua facilità di utilizzo nella vita di tutti i giorni.

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada

La grande berlina tedesca è migliorata in tutto, con uno stile meno "ingessato" dell’ultima generazione, con tecnologie di livello e un motore diesel vero "cuore" di gamma.