Michelin: equilibrio delle prestazioni

Sicurezza, consumo e durata sono oggetto costante di ricerche nel settore pneumatici e nella gamma Michelin hanno trovato un perfetto equilibrio

Michelin: equilibrio delle prestazioni

di Fabrizio Brunetti

10 luglio 2010

Sicurezza, consumo e durata sono oggetto costante di ricerche nel settore pneumatici e nella gamma Michelin hanno trovato un perfetto equilibrio

Le caratteristiche dinamiche di un’auto insieme alla sicurezza e al comfort di marcia sono strettamente legate al comportamento degli pneumatici, unico punto di contatto della vettura con il suolo stradale.

Le caratteristiche e le condizioni d’uso degli pneumatici possono incidere ad esempio fino al 20% sul risultato dei consumi, anche sino al 50% in termini di durata, su valori elevati, talvolta fondamentali in situazioni di emergenza, per la sicurezza di guida (spazi d’arresto, limiti d’aderenza, tenuta di strada).

Sicurezza, consumo e durata sono gli elementi fondamentali di valutazione nell’acquisto di un pneumatico, elementi che abbiamo avuto modo di studiare in maniera approfondita grazie a Michelin, storico brand leader nel mercato mondiale degli pneumatici, effettuando dei test specifici nel centro prove ADAC di Linthe, ad una settantina di chilometri da Berlino.

In alcuni casi infatti i tre parametri di valutazione presentano caratteristiche teoricamente antitetiche tra loro ed è per questo che talune marche di pneumatici eccellono notoriamente in uno di questi aspetti, spesso a detrimento degli altri. Non è un caso che i pneumatici sportivi pagano in genere uno scotto in termini di durata e consumo, mentre quelli a basso attrito presentano limiti prestazionali.

Il vero tema diventa quindi quello dell’equilibrio delle prestazioni, ovvero dell’equilibrio di caratteristiche di eccellenza tra tutti e tre i parametri fondamentali di comportamento.

Michelin ha fornito la sua risposta, concretizzata in particolare dalla linea Energy Saver, puntando su una tecnologia esclusiva che ha fatto dell’utilizzo del silice e dell’omogeneità totale della mescola in ogni punto di lavoro dello pneumatico i suoi punti di forza. Per dimostrarlo ecco il ricorso ai centri test indipendenti e l’illustrazione dei risultati testati.[!BANNER]

Nel confronto con i concorrenti sulle misure di maggior acquisto per tipologia di pneumatico – con il mercato di massa rappresentato dalla 175/65 R16 82T, quello sportivo dalla 225/40 R18 92Y e il settore invernale dalla 205/55 R16 H M+S – i risultati Michelin nei test relativi a frenata sul bagnato (e su neve per gli invernali), resistenza al rotolamento e durata chilometrica, sono costantemente al vertice tra i concorrenti, ma con una esclusiva omogeneità tra le prestazioni valutate.

No votes yet.
Please wait...