Vacanze Sicure 2013: presentati i risultati

Assogomma e Federpneus hanno presentato i risultati, elaborati dal Politecnico di Torino, della campagna di controlli sulle strade.

Vacanze Sicure 2013: presentati i risultati

di Ottavia Eletta Molteni

11 luglio 2013

Assogomma e Federpneus hanno presentato i risultati, elaborati dal Politecnico di Torino, della campagna di controlli sulle strade.

Sulle nostre strade circolano vetture con sempre più anni di servizio (circa il 44% del parco auto italiano ha un’età media ultradecennale). All’anzianità dei mezzi, figlia della grave crisi economica che ha investito in pieno anche il settore automotive, si accompagnano una serie di problemi tecnici e di approccio mentale che coinvolgono direttamente il tema della sicurezza stradale.

>> Le immagini dei controlli effettuati dalla Polizia Stradale

Un argomento che da dieci anni sta decisamente cuore ad Assogomma e Federpneus che a Roma hanno presentato i risultati della campagna di controlli in varie regioni d’Italia effettuati, con la loro collaborazione, dalla Polizia Stradale. Condotti in vista dell’estate, dal 10 al 21 giugno scorsi, hanno interessato per la prima volta Friuli-Venezia Giulia, Abruzzo, Calabria e Sardegna, mentre Lombardia, Piemonte e Valle D’Aosta hanno salutato il ritorno degli uomini in uniforme che vigilano sul rispetto delle norme alla guida. In totale sono state esaminate quasi 7.000 vetture in 41 province, circa un terzo delle auto che girano per il Bel Paese.

I risultati dei controlli, elaborati con il supporto del Politecnico di Torino, mostrano che, a fronte di un’età media dei mezzi di 7 anni e 2 mesi, sono scese le quantità di pneumatici non omologati (2% del campione), con Milano, da cui partì il grido d’allarme, a quota 0% (ma la vicina Como è al 6%). Leggero calo rispetto ai dati 2012 per la voce “lisci” (ora al 2,7%) e per quella “visibilmente danneggiati (3%), con le eccezioni di Cosenza e Mantova (per loro livelli quasi tripli). Quando si parla di non conformità alla carta di circolazione, dato in discesa, stride ma non stupisce eccessivamente, il più 10,5% di una città di confine come Trieste. A crescere, raddoppiandosi con riferimento allo scorso anno, sono le auto che mostrano una disomogeneità degli pneumatici  per asse, così come in fortissimo aumento è la percentuale di prodotti invernali ancora montati (addirittura l’11,38%).

Novità del 2013, i cosiddetti equipaggiamenti misti. “In dieci anni di controlli abbiamo effettuato più di 100.000 controlli – ha dichiarato il Direttore di Assogomma, Fabio Bertolotti -, campione che può essere considerato sufficientemente di riferimento”. Con lui alla presentazione, Vittorio Rizzi, Direttore del Servizio Polizia Stradale: “Questo tipo di attività è pensata per produrre un effetto educativo. La comunicazione collegata deve indurre comportamenti virtuosi. Le regole della strada vanno vissute come un valore”.