Michelin: a Le Mans arriva il pneumatico ibrido

Arriva lo slick per il bagnato pensato per le vetture della classe LMP1

Michelin: a Le Mans arriva il pneumatico ibrido

di Valerio Verdone

15 giugno 2012

Arriva lo slick per il bagnato pensato per le vetture della classe LMP1

Di solito quando si pensa ai pneumatici slick, la mente corre alle corse sull’asciutto dove l’aderenza è massima, mentre quando la pista è bagnata o umida il pensiero va sulle gomme intermedie, intagliate per intenderci, capaci di un efficace drenaggio per tenere le vetture incollate alla strada. A Le Mans invece, Michelin porta un pneumatico slick pensato per il bagnato.

Si, avete capito bene, una gomma liscia capace di far correre i bolidi LMP1 della classica gara di durata in condizioni d’aderenza precaria. Si tratta del primo pneumatico ibrido in grado di sostituire la gomma intermedia scolpita. No, non è una magia, anche se poco ci manca, ma il frutto dello studio degli uomini Michelin delle caratteristiche del tracciato della Sarthe abbinato allo sviluppo di nuovi materiali e architetture per le loro coperture.

Ne è nata una famiglia di pneumatici in grado di affrontare temperature diverse ed offrire un degno equipaggiamento anche ad auto concettualmente differenti come le ibride che correranno a Le Mans. Inoltre, la possibilità di montare le stesse coperture su prototipi diversi, come le Audi R-18 ultra e R-18 e-tron, consentono anche di comparare il rendimento delle mescole su auto tecnicamente differenti.