Ordina un kit frizione per Bmw M3, gli arriva un ricambio per F1

Singolare episodio accaduto ad un proprietario di Bmw M3: ordinato il ricambio online, si è visto recapitare a domicilio un kit progettato per le monoposto della massima Formula.

Ordina un kit frizione per Bmw M3, gli arriva un ricambio per F1

di Francesco Giorgi

09 maggio 2018

A volte, le cose non vanno come si desidera: ciò vale anche nel caso degli acquisti online. Può capitare che  un’ordinazione dal proprio PC o smartphone possa essere confusa, dal venditore o dal motore di ricerca, e l’oggetto che si creda di acquistare sia, al contrario, confuso con un altro. Una probabilità tanto potenzialmente maggiore quanto è via via utilizzato lo strumento multimediale per i propri acquisti, che soprattutto nel comparto automotive aftermarket assume da tempo un’importanza via via crescente. Grande è stata, a questo proposito, la sorpresa di un proprietario di Bmw M3 E46, che – secondo quanto apparso in questi giorni su M3 Forum – avrebbe ordinato su Amazon un kit frizione per la propria M3 e, una volta aperto il pacco, si sarebbe accorto che all’interno non c’era lo specifico ricambio desiderato, bensì un gruppo frizione da F1.

Secondo quanto raccolto dal Web, l’acquirente avrebbe piazzato un ordine di acquisto relativo a un kit prodotto dallo specialista ZF Sachs. “Insospettito” dalla forma dell’articolo e dalle dimensioni piuttosto ridotte, in confronto ad un analogo componente per impiego “stradale”, il neo-acquirente ha avviato una rapida indagine, aiutato in questo daaltri utenti iscritti al forum, per poi arrivare alla singolare scoperta: ciò che aveva acquistato era, sì, un gruppo frizione ZF Sachs, ma progettato per l’impiego nel gruppo propulsore delle monoposto della massima Formula.

Bocche cucite riguardo al prezzo: secondo alcuni utenti, un kit frizione per F1 arriverebbe ad un costo di 30-40.000 dollari, come dire un centinaio di volte in più del “normale” kit stradale, che arriverebbe – online – a cifre nell’ordine di 400 dollari. In ogni caso, un bell’affare per l’acquirente, che se non altro ora è in possesso di un interessante “soprammobile” da far vedere agli amici.