Turkmenistan, stop alla circolazione delle auto nere: portano sfortuna

Singolare provvedimento del Governo: dopo il divieto di importazione in vigore dal 2015, ora su tutto il territorio della Capitale, Asgabat, le autovetture verniciate di nero non potranno più circolare.

Turkmenistan, stop alla circolazione delle auto nere: portano sfortuna

di Francesco Giorgi

12 gennaio 2018

“Il mondo è bello perché è vario”… a prescindere dalla tinta scelta per la carrozzeria delle nostre autovetture. Molti appassionati, tuttavia, sanno che esistono varianti di colore particolarmente indicate per determinati tipi di veicolo; di più: da tempo sono “di moda” le tinte scure, da molti giudicate eleganti e funzionali (“il nero va su tutto”, recita un vecchio assunto che i connoisseur di questioni di stile ben conoscono).

E però… in qualche caso, non tutto il mondo è paese. Lo conferma, in queste ore, una singolare notizia che arriva dal Turkmenistan, Nazione dell’Asia centrale che un tempo faceva parte dell’Unione Sovietica. Lo Stato che si affaccia sul Mar Caspio e confina con Iran, Kazakistan e Uzbekistan è presieduto da Gurbanguly Berdymukhamedov, il cui Governo (la Capitale è Asgabat) ha recentemente promulgato una legge che ha dell’incredibile: sull’intero territorio della Capitale vengono vietate le vetture di colore nero.

In realtà, in Turkmenistan già dal 1015 non si può più importare autoveicoli con questo colore; a rincarare la dose, adesso, ci sarebbe il divieto di circolazione delle “cars in black”. Il provvedimento riguarda il territorio di Asgabat e – secondo quanto riportato sul Web da Chronicles of Turkmenistan – sarebbe già stata eseguita una prima fase operativa da parte della polizia, che avrebbe sequestrato un ingente quantitativo di auto (private!) verniciate di nero, e “inconsapevolmente” parcheggiate in strada dai rispettivi proprietari. I quali, per recuperarle, devono sottoscrivere un impegno ad una riverniciatura delle carrozzerie in una nuova tinta: una volta firmato il documento, che svolge funzione di lasciapassare, saranno liberi di cicrolare fino alla sosta dal carrozziere per il cambio di nuance al proprio autoveicolo.

Va da se che il provvedimento varato dal Governo del Turkmenistan sta regalando un notevole giro di affari alle carrozzerie di Asgabat e dintorni, tanto che alcuni automobilisti si sarebbero visti aumentare il costo dell’intervento, fino a raddoppiare.

Sembra che alla base di questa singolare decisione governativa ci sia una questione di scaramanzia: “voci di corridoio” (non ufficiali, e per questo le riportiamo a titolo di curiosità) dicono che il presidente Berdymukhamedov sia convinto che le auto nere portino sfortuna, e che prediliga… il bianco. Scommettiamo che centinaia di automobilisti renderanno perfettamente candide le proprie vetture?