Si avventura sulla spiaggia: auto sprofondata; per tirarla fuori c’è voluto il carro attrezzi

L’episodio è avvenuto sull’arenile di Marina di Pietrasanta: il proprietario di una Audi A5 Sportback non è riuscito a disincastrarsi dalla “scomoda” posizione. Oltre al soccorso, dovrà pagare una multa salata: non è consentito circolare sulle spiagge.

Si avventura sulla spiaggia: auto sprofondata; per tirarla fuori c’è voluto il carro attrezzi

Tutto su: Audi A5

di Francesco Giorgi

19 dicembre 2017

Anche se il veicolo dispone della trazione integrale, ciò non vuol dire che sia sufficiente ad offrire alla vettura una forza motrice necessaria a disincastrarsi da situazioni “spiacevoli”: ciò dipende anche dal tipo di pneumatici adottati, dall’altezza da terra, e dalla consistenza del terreno. Nel caso della sabbia, la situazione rischia di complicarsi. Tanto da costringere l’avventato automobilista a richiedere soccorso per uscire dall’impasse.

È quanto avvenuto nei giorni scorsi sull’arenile di Marina di Pietrasanta: la spiaggia della località versiliese, così come tutte le altre d’Italia, è interdetta alla libera circolazione dei veicoli. Nonostante il divieto, un incauto automobilista vi si è avvenurato, al volante della propria Audi A5 Sportback. Una “escursione” piuttosto breve, che tuttavia non ha impedito alla “integrale quattro” di Ingolstadt di terminare ingolriosamente la propria corsa sprofondando nella sabbia.

La notizia, ripresa da un “lancio” Ansa dopo essere stata pubblicata sul proprio profilo social dall’ex sindaco di Pietrasanta, mette in bella evidenza la A5 Sportback in una scomoda posizione: arenata a pochi metri dal mare, con la sabbia quasi all’altezza dei mozzi ruota e sprofondata fino al pianale. A quanto pare, il conducente deve avere – va detto, in maniera un po’ improvvida e contraria a qualsiasi istruzione di guida offroad – istintivamente accelerato quando la pesante Sportback ha iniziato a non avanzare più nella sabbia. Con il risultato che la A5 Sportback ha sprofondato ancora di più, tanto da bloccarsi del tutto.

La vettura è stata riportata sull’asfalto con l’ausilio di un carro attrezzi; a carico del proprietario ora c’è una sanzione amministrativa piuttosto “salata” (e non perché di arenile si è trattato): la libera circolazione dei veicoli sulle spiagge è, infatti, vietata.