Il papà di Jules Bianchi racconta come sta il figlio

Le dichiarazioni in una intervista alla Gazzetta dello Sport.

Sono passati cinque mesi dal terribile incidente durante il GP del Giappone di Jules Bianchi e attualmente il pilota si trova ancora in coma al centro Ospedaliero Universitario di Nizza.

In una intervista a Gazzetta dello Sport di ieri, il papà Philippe Bianchi ha dichiarato: "Serve pazienza, tanta pazienza. Ci sono piccoli progressi, ma Jules resta sempre in coma. I Dottori non si pronunciano, finché resta in questo stato non possono dire niente. Potrebbe svegliarsi oppure non farlo mai, di sicuro Jules sta combattendo, il suo fisico è sempre buono e molto forte. Lui non molla, e neppure noi lo facciamo, proviamo a essere duri come lui -racconta il papà del pilota 25enne- Non è certo facile, per me, per Christine, la mia ex moglie, per Tom e Mélanie, i suoi fratelli. Vivere così è inumano. Non sapere come andranno a finire le cose è davvero difficile, sapere che in ogni momento può arrivare una spiacevolissima chiamata dall'ospedale... Ma dobbiamo essere forti per Jules, bisogna farlo per lui".

Sulle dinamiche dell'incidente Philippe ha dichiarato di essersi rivolto ad un buon avvocato: "Non so ancora cosa succederà in futuro, di sicuro quello che è accaduto a Suzuka non è stata una situazione normale di gara. L'inchiesta ha detto che in pista non è successo niente di sbagliato, però poi hanno cambiato tutto. [...] Se c'è qualcuno che ha avuto delle responsabilità in quanto accaduto, dovrà senz'altro pagare".

Infine la speranza della guarigione: "Sta facendo la gara più bella della sua vita e sono sicuro che alla fine lui la vincerà. Basta vedere quello che sta succedendo con Michael Schumacher, sono passati 14 mesi dall'incidente sulla pista di sci e i suoi progressi non sono grandi. Dalla parte di Jules c'è soprattutto l'età. Speriamo che qualcosa accada".

 

 

 

Se vuoi aggiornamenti su IL PAPÀ DI JULES BIANCHI RACCONTA COME STA IL FIGLIO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 11 marzo 2015

Vedi anche

Rollback contachilometri, concessionaria Ferrari denunciata

Rollback contachilometri, concessionaria Ferrari denunciata

Un ex dipendente di una concessionaria di Palm Beach denuncia l'azienda: "Contachilometri portati all'indietro per vendere a prezzo più alto"

Prima gara senza piloti, primo incidente. Ironia Roborace: "Nessun ferito"

Prima gara senza piloti, primo incidente. Ironia Roborace: "Nessun ferito"

"Mentre cercava di superare i limiti dell’intelligenza artificiale, Devbot2 ha avuto un incidente nessun pilota è rimasto ferito"

Bugatti Chiron choc: 0-402 Km/h e stop in meno di un minuto

Bugatti Chiron choc: 0-402 Km/h e stop in meno di un minuto

L'indiscrezione su Twitter rilasciata da Dan Prosser