E’morto Giannantonio Brugola

Lutto nel mondo delle auto. Fu colui che contribuì al successo delle viti con testa a incavo esagonale inventate dal padre.

E'morto Giannantonio Brugola

di Giovanni Mercadante

17 febbraio 2015

Lutto nel mondo delle auto. Fu colui che contribuì al successo delle viti con testa a incavo esagonale inventate dal padre.

Lutto nel mondo delle auto. E’ morto Giannantonio Brugola, Re delle viti con testa a incavo esagonale che furono inventate dal padre Egidio nel 1945 e famose oggi in tutto il mondo con il cognome di famiglia.

Brugola nato a Ferrara il 24 dicembre 1942, era presidente delle Officine Egidio Brugola (OEB) di Lissone che ha un fatturato di oltre 120 milioni di euro e oltre 300 persone che lavorano sia in Italia che a Detroit. Il brevetto del padre Egidio fu depositato come “Vite Cava Esagonale con il Gambo a Torciglione” ma solo 40 anni dopo quando GIannantonio Brugola prese le redini dell’azienda di famiglia, divenne un vero successo tanto che oltre a essere utilizzate in milioni di motori, tra cui anche Ford e Volkswagen, le viti furono usate anche sull’Apollo11, la missione spaziale di Armstrong e Aldrin del 1969.

Lascia l’eredità nelle mani del figlio Egidio.