E'morto Giannantonio Brugola

Lutto nel mondo delle auto. Fu colui che contribuì al successo delle viti con testa a incavo esagonale inventate dal padre.

Lutto nel mondo delle auto. E' morto Giannantonio Brugola, Re delle viti con testa a incavo esagonale che furono inventate dal padre Egidio nel 1945 e famose oggi in tutto il mondo con il cognome di famiglia.

Brugola nato a Ferrara il 24 dicembre 1942, era presidente delle Officine Egidio Brugola (OEB) di Lissone che ha un fatturato di oltre 120 milioni di euro e oltre 300 persone che lavorano sia in Italia che a Detroit. Il brevetto del padre Egidio fu depositato come "Vite Cava Esagonale con il Gambo a Torciglione" ma solo 40 anni dopo quando GIannantonio Brugola prese le redini dell'azienda di famiglia, divenne un vero successo tanto che oltre a essere utilizzate in milioni di motori, tra cui anche Ford e Volkswagen, le viti furono usate anche sull'Apollo11, la missione spaziale di Armstrong e Aldrin del 1969.

Lascia l'eredità nelle mani del figlio Egidio.

 

Se vuoi aggiornamenti su E'MORTO GIANNANTONIO BRUGOLA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 17 febbraio 2015

Vedi anche

Due morti alla Targa Florio: rally annullato

Due morti alla Targa Florio: rally annullato

Le vittime sono il pilota messinese Mauro Amendolia ed il commissario di gara Giuseppe Laganà

Formula E a Roma ad aprile 2018

Formula E a Roma ad aprile 2018

Via libera dal Campidoglio: per un triennio la competizione approderà nella Capitale

Incidente in Formula 4, Billy Monger perde entrambe le gambe

Incidente in Formula 4, Billy Monger perde entrambe le gambe

Il giovanissimo pilota inglese, 17 anni, si è scontrato con la vettura di Patrik Pasma