Strisce blu, Codacons: “Le multe non vanno pagate”

Il Codacons censura il comportamento di alcuni comuni nel multare le auto sulle strisce blu quando il parchimetro scade.

Strisce blu, Codacons: "Le multe non vanno pagate"

di Giovanni Mercadante

17 febbraio 2015

Il Codacons censura il comportamento di alcuni comuni nel multare le auto sulle strisce blu quando il parchimetro scade.

Se vi è stata commissionata una multa perché il “Gratta e sosta” vi era scaduto, sappiate che questa è illegittima. Il Codacons, infatti è intervenuto per censurare alcuni comportamenti poco corretti da parte dei comuni che emettono multe per divieto di sosta quando il parchimetro delle strisce blu scade. In realtà, il parere ministeriale 25783 del 22 marzo 2010 conferma che in casi del genere non si può essere multati per divieto di sosta: “al massimo-si legge- il comune deve chiedere un’integrazione del pagamento, maggiorata da eventuali penalità da determinare con regolamenti comunali”. Dello stesso parere è il Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi.

Nella legge, inoltre si specifica che se il cittadino arriva in ritardo rispetto al tempo segnalato dalla ricevuta del parchimetro “Le multe comminate dai Comuni devono essere annullate d’ufficio, eventualmente inoltrando le richieste alle prefetture competenti per territorio”.