L’Università dei motori è realtà in Emilia-Romagna

4 atenei, Bologna, Ferrara, Parma e Modena-Reggio, danno la possibilità di specializzarsi in Advanced Automotive Engineering o Electronic Engineering

L'Università dei motori è realtà in Emilia-Romagna

di Giuseppe Catino

21 marzo 2017

4 atenei, Bologna, Ferrara, Parma e Modena-Reggio, danno la possibilità di specializzarsi in Advanced Automotive Engineering o Electronic Engineering

E’ già stata ribattezzata l’Università dei Motori. Si tratta di un progetto che tocca 4 atenei italiani della cosiddetta motor valley, Bologna, Parma, Ferrara e Modena-Reggio, che danno l’opportunità di specializzarsi in Advanced Automotive Engineering o Electronic Engineering.

Le iscrizioni sono aperte da lunedì, si tratta di due corsi di laurea magistrale in inglese nati in collaborazione con 8 grandi marche: Ferrari, Ducati, Lamborghini, Dallara, Haas, Toro Rosso, Maserati e Magneti Marelli.

Il bando per la selezione degli ingegneri con laurea triennale sarà lanciato a breve. L’obiettivo è formare dei professionisti in grado di sviluppare auto di fascia alta e da competizione.

Il progetto Muner, acronimo di Motorvehicle University of Emilia Romagna, ha incontrato l’appoggio di Claudio Domenicali, ad di Ducati. “In Emilia-Romagna ci sono le radici della storia dei motori italiana ed è qui che i ragazzi devono venire a studiare motori. Vogliamo ricucire la distanza tra aziende ed università”.

Soddisfattissimo anche Francesco Ubertini, rettore dell’Università di Bologna: “Vogliamo portare qui i migliori studenti e docenti del mondo”.