Lamborghini Huracan: in un video i sospetti sul record al Nurburgring

A sollevarli l'utente Youtube Boosted Boris, che ha messo a confronto le prestazioni della Porsche 918 Spyder e quella della Huracan

L'utente Youtube Boosted Boris, all'anagrafe Misha Charoudin, ha sollevato dei dubbi sul record ottenuto al Nurburgring dalla Lamborghini Huracan. La supercar di Sant'Agata Bolognese, ottenendo un 6' e 57", ha abbassato di 5" il vecchio record della Porsche 918 Spyder, risultando essere la vettura stradale più veloce sullo storico circuito tedesco.

Solo due vetture, infatti, hanno fatto meglio della supercar di Sant'Agata Bolognese. La Pagani Zonda R e la Radical SR8 LM, entrambe non omologate però per l'uso su strada (per la Radical serve un certificato speciale dalla motorizzazione inglese).

Ora, però, arriva il signor Charoudin, vero feticista del Nurburgring. Egli ha messo a confronto le prestazioni di Porsche e Lamborghini, notando come la supercar tedesca sia più veloce della Huracan.

Ovviamente si tratta di un confronto non ufficiale e che lascia il tempo che trova. Noi, comunque, vi proponiamo il video. Giudicate voi.

Se volete saltare la parte introduttiva e andare direttamente all'analisi guardate il video dal min. 3:24.

 

Se vuoi aggiornamenti su LAMBORGHINI HURACAN: IN UN VIDEO I SOSPETTI SUL RECORD AL NURBURGRING inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Catino | 07 marzo 2017

Vedi anche

Gruppo Volkswagen, vendita di Ducati in vista?

Gruppo Volkswagen, vendita di Ducati in vista?

Reuters: "In corso contatti tra il colosso di Wolfsburg e la società di consulenza Evercore"

Wrap advertising: se l’auto ha la pubblicità

Wrap advertising: se l’auto ha la pubblicità

Una formula che consente di ottenere un vantaggio economico accettando di incollare delle pellicole pubblicitarie sulla propria auto.

Gare clandestine nella provincia di Modena: tragedia sfiorata

Gare clandestine nella provincia di Modena: tragedia sfiorata

Una donna racconta: "Centrata in pieno da una Ferrari sulla Modena-Sassuolo, viva per miracolo"