Bollo auto 2017: rimborsi per chi ha pagato in più

Disguidi in Friuli Venezia Giulia, Marche, Molise, Sardegna e Veneto: rincari ingiustificati anche del 30%

Bollo auto 2017: rimborsi per chi ha pagato in più

di Giuseppe Catino

07 febbraio 2017

Disguidi in Friuli Venezia Giulia, Marche, Molise, Sardegna e Veneto: rincari ingiustificati anche del 30%

Il bollo auto 2017 ha mandato in crisi i dispositivi Sogei, la società d’informatica a cui il fisco si appoggia per la riscossione del tributo. Gravissimi disguidi si sono registrati in ben cinque regioni: Friuli Venezia Giulia, Marche, Molise, Sardegna e Veneto.

Sono stati tantissimi i contribuenti che, all’interno di tabaccherie, banche ed uffici postali, hanno dovuto pagare un importo anche del 30% in più rispetto a quanto realmente dovuto. Se non altro, coloro che sono incappati in questo errore marchiano, possono richiedere immediatamente il rimborso.

Per Friuli Venezia Giulia e Sardegna la richiesta va presentata presso l’Agenzia delle Entrate.

Per Marche, Veneto e Molise va invece compilato un modulo on line, all’interno del quale va comunicato il proprio Iban, sui rispettivi siti  delle Regioni