Lancia Fulvia Coupé: tra fantasia e realtà

Dopo il ritorno della 124 Spider, la Fulvia Coupé potrebbe essere il progetto per far rinascere il marchio Lancia.

Lancia Fulvia 2003

Altre foto »

La Lancia è stato un marchio glorioso, diventato famoso negli anni per le innovazioni tecnologiche e per le vittorie nel motorsport, in particolare nei rally. Purtroppo parliamo al passato, perché sebbene ufficialmente sia ancora nelle concessionarie, molti lo considerano un brand sostanzialmente morto. Attualmente, infatti, il costruttore italiano ha una gamma costituita da un unico modello -  la Lancia Ypsilon - ed è presente solo in pochi mercati del sud Europa, come Italia, Francia e Spagna.

L'operazione di rebadging di modelli Chrysler, nonostante un adeguamento delle motorizzazioni e degli allestimenti, si è rivelato un flop commerciale abbastanza prevedibile. La Lancia Flavia, una cabriolet derivata dalla Chrysler 200, è stata dismessa dopo un anno e mezzo a causa del disinteresse del mercato, mentre la Thema, derivata dalla 300, ha resistito fino al 2014. Da allora nessun nuovo modello è stato programmato. Si pone quindi un interrogativo sul futuro del marchio, soprattutto dopo il 2018, fine del ciclo di vita della Ypsilon.

Un modo per rivitalizzare l'immagine e le vendite di Lancia - che in mercati come la Gran Bretagna è sostanzialmente sconosciuta - sarebbe quella di produrre modelli dal forte impatto emotivo, che si posizionano in nicchie di mercato capaci di realizzare elevati margini. Modelli come ad esempio la Fulvia Coupé disegnata nel 2003 da Flavio Manzoni, attualmente responsabile dello stile di Ferrari. La Fulvia Coupé Concept reinterpretava in chiave moderna il linguaggio stilistico dell'originale Fulvia del 1965, ispirata ai motoscafi Riva. Si ritrova la stessa proporzione tra i volumi della carrozzeria e la stessa coda tronca, ma soprattutto lo stesso fascino senza tempo.

Il progetto di dare nuova vita ad uno dei concept più riusciti tra quelli marchiati Lancia, potrebbe sfruttare l'ottima base della nuova 124 Spider. La "scoperta" di Fiat ha una piattaforma di dimensioni compatibili (a sua volta derivata dalla Mazda MX-5) e presenta le caratteristiche meccaniche adeguate per realizzare un coupé appagante dal punto di vista della dinamica di guida. La trazione posteriore in questo senso non guasta, anche se non si colloca nel solco della trazione per la Fulvia, un modello che aveva costruito il suo successo, anche competitivo, sulla trazione anteriore. Dalla Abarth 124 Spider potrebbe derivare la versione sportiva Fulvia HF, senza un eccessivo investimento per lo sviluppo.

Il design ovviamente sarebbe da attualizzare rispetto al concept del 2003, ad esempio con l'adozione di una firma luminosa a Led. Ma le modifiche necessarie non sarebbero molte, dal momento che il prototipo di Manzoni è ancora attuale dopo 13 anni. Come detto, al momento non ci sono piani ufficiali da parte di Fca per la Fulvia. Quindi non possiamo fare altro che auspicare, insieme agli appassionati del marchio torinese, che questo progetto possa diventare finalmente realtà.

Se vuoi aggiornamenti su LANCIA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Tomelleri | 08 novembre 2016

Altro su Lancia

Lancia Delta Integrale: quanto costa comprare il mito?
Play

Lancia Delta Integrale: quanto costa comprare il mito?

Non proprio popolari le quotazioni della sportiva Lancia: da 12.000 euro ad oltre 100.000 euro per mettersela in garage.

Lancia: 5 motivi per adorare la Delta Integrale
Play

Lancia: 5 motivi per adorare la Delta Integrale

La Delta Integrale è la Lancia più amata dagli appassionati, in Italia e non solo.

Lancia Ypsilon Mya: prezzo da 11.200 euro
Ultimi arrivi

Lancia Ypsilon Mya: prezzo da 11.200 euro

Lancia presenza la Ypsilon Mya, una serie speciale molto ricca e curata pensata per piacere al pubblico femminile.