In Svizzera maxisequestro di supercar

Nei guai il vice presidente della Guinea Equatroiale: Koenigsegg, Lamborghini e Bugatti acquistati con soldi pubblici

Il vice presidente della Guinea Equatoriale, Teodoro Nguema Obiang Mangue, è finito nei guai a causa di sperpero di denaro pubblico. Più precisamente, il buon Teodoro, evidentemente appassionato di motori, ha acquistato una Koenigsegg One:1, una Lamborghini Veneno Roadster ed una Bugatti Veyron spendendo ben 7 milioni attingendoli dalle casse del paese africano.

Il sequestro è avvenuto in Svizzera. Non è la prima volta che la famiglia Obiang si ritrova ad avere a che fare con problemi giudiziari. Solo cinque anni fa, suo padre, il presidente Teodoro Obiang Nguema Mbasogo, aveva subito un provvedimento identico in Francia, dove gli furono sequestrate ben 11 supercar, tra cui una Porsche Carrera GT, una Maserati MC12, ben due Bugatti Veyron ed una Ferrari Enzo.

Allora le vetture finirono all'asta, probabilmente la stessa sorte che toccheranno al figlio che ha proseguito la tradizione di famiglia.

Se vuoi aggiornamenti su IN SVIZZERA MAXISEQUESTRO DI SUPERCAR inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Catino | 04 novembre 2016

Vedi anche

Nico Rosberg, annuncio su Facebook: Mi ritiro

Nico Rosberg, annuncio su Facebook: Mi ritiro

Annuncio a sorpresa del neo campione del mondo di Formula 1: a 31 anni dice basta

Lola, la prima Formula 1 con autorizzazione stradale

Lola, la prima Formula 1 con autorizzazione stradale

Freno a mano, frecce e tutto il resto: il sogno di pilotare una F1 in mezzo a pedoni e semafori può essere realizzato

Tecnologia Freevalve: addio all

Tecnologia Freevalve: addio all'albero a camme

La rivoluzionaria tecnologia Freevalve, che ha debuttato al Salone di Guangzhou, è stata sviluppata da Koenigsegg.

Back to top