Autovelox al confine con l'Italia: boom di multe in Svizzera

A Chiasso le sanzioni ammontano a oltre 8 milioni di franchi, circa 7,3 milioni di euro

Al confine italo-elvetico di Chiasso-Brogeda c'è un autovelox piazzato dalle autorità svizzere che è una miniera d'oro. Il dispositivo ha infatti fatto multare ben 68.382 automobilisti, grazie soprattutto al fatto che in quel frangente il limite di velocità scende improvvisamente da 120 a 100 km/h.

Il totale raccolto da questa pioggia di multa ammonta a oltre 8 milioni di franchi, circa 7,3 milioni di euro.

La polizia cantonale ticinese ha sbandierato il "successo" sottolineando come il radar sanzioni un automobilista ogni 4 minuti. "Il 54% è straniero" spiegano le forze dell'ordine elvetiche. I pizzicati sono infatti soprattutto italiani.

Tante anche le patenti ritirate. In Svizzera la tolleranza è minima e basta superare di pochissimi chilometri orari il limite massimo consentito per entrare nella fascia 'multabile'. Il 'primato' appartiene ad un automobilista che è sfrecciato a 199 km/h.

"Impiegheremo tutti questi soldi in manovre di rientro", hanno spiegato diversi parlamentari elvetici.

 

 

 

 

Se vuoi aggiornamenti su AUTOVELOX AL CONFINE CON L'ITALIA: BOOM DI MULTE IN SVIZZERA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Catino | 29 settembre 2016

Vedi anche

Il foglio unico sostituirà il libretto di circolazione: si risparmiano 39 euro

Il foglio unico sostituirà il libretto di circolazione: si risparmiano 39 euro

Le attività di Pra e Motorizzazione saranno messe insieme: via libera al documento che sostituisce libretto e certificato di proprietà

In vendita la Porsche 911 turbo indistruttibile: 1 milione di km!

In vendita la Porsche 911 turbo indistruttibile: 1 milione di km!

La vettura, immatricolata nel 2002, costa solo 18mila dollari

Nissan Navara, il pick-up giapponese si spezza in due?

Nissan Navara, il pick-up giapponese si spezza in due?

Alcuni possessori del Nissan Navar hanno denunciato gravi problemi strutturali sul pick-up giapponese che potrebbe letteralmente spezzarsi in due.