Furti d’auto: gli accessori più ambiti dai ladri

Negli ultimi anni si sta sviluppando il fenomeno dei furti di componenti e accessori auto, diventati nel corso del tempo sempre più costosi.

Negli ultimi anni, insieme all'aumento dei furti dei veicoli si sta registrando un altro deprecabile fenomeno criminale, ovvero quello dei furti di componenti e accessori auto diventati nel corso del tempo sempre più numerosi e costosi.

I furti vanno dai componenti più comuni come ad esempio antenne, tergicristalli, fendinebbia, pneumatici agli oggetti più costosi e sofisticati come cerchi in lega, navigatori satellitari e sistemi di infotainment. Le parti di auto più gettonate dai ladri rimangono le ruote, spesso abbinate a preziosi cerchi in lega che anche sul mercato nero raggiungono valori molto alti, ma spesso e volentieri non vengono scartati parti più comuni come specchietti, tappetini e altro ancora che vengono utilizzati dagli stessi ladri oppure vengono distribuiti sul già citato mercato nero.

I ladri di auto sono diventati però sempre più sofisticati, tanto da aver avviato una vera e propria tratta di navigatori satellitari e impianti multimediali installati nelle auto. Questi sofisticati, quanto preziosi, accessori vengono letteralmente sradicati dalle console centrali delle vetture, lasciando ovviamente dei danni molto ingenti che superano di molto il valore del solo componente elettronico. La lista degli accessori rubati risulta comunque molto più lunga, infatti alcuni sfortunati proprietari di automobili hanno visto sparire dalle proprie vetture anche i sedili e addirittura pastiglie e dischi dell'impianto frenante.

Se vuoi aggiornamenti su FURTI D’AUTO: GLI ACCESSORI PIÙ AMBITI DAI LADRI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 05 settembre 2016

Vedi anche

Nico Rosberg, annuncio su Facebook: Mi ritiro

Nico Rosberg, annuncio su Facebook: Mi ritiro

Annuncio a sorpresa del neo campione del mondo di Formula 1: a 31 anni dice basta

Lola, la prima Formula 1 con autorizzazione stradale

Lola, la prima Formula 1 con autorizzazione stradale

Freno a mano, frecce e tutto il resto: il sogno di pilotare una F1 in mezzo a pedoni e semafori può essere realizzato

Tecnologia Freevalve: addio all

Tecnologia Freevalve: addio all'albero a camme

La rivoluzionaria tecnologia Freevalve, che ha debuttato al Salone di Guangzhou, è stata sviluppata da Koenigsegg.